lunedì , 26 Ottobre 2020

A Chieti “La botta in testa” con Magalli e regia di Pingitore

“Ringrazio Alessandra Bascelli per il lavoro incessante, appassionato e

professionale che fa da tantissimi anni per Unitalsi e tutti i volontari –

ha detto l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Chieti, Emilia De

Matteo – mai come in questo momento c’è bisogno di solidarietà, si deve

cercare di fare una valutazione attenta di quelle che sono le necessità,

quindi si deve creare una rete sul territorio.
In questo senso ribadisco

l’importanza della parte politico-amministrativa delle associazioni del

posto. Quindi abbiamo dato volentieri l’appoggio per questo evento,

in particolare per la grande professionalità artistica che viene messa a

disposizione per raccogliere fondi per il sociale.
Invitiamo i cittadini e tutti

coloro che saranno presenti alla serata a partecipare con un contributo”.

“Venderò biglietti, verrò allo spettacolo e porterò gente – ha proseguito

il consigliere regionale Giorgio D’Ignazio – oggi anche fare volontariato

è difficile perché tutto ha un costo.
Quindi dobbiamo aiutare i volontari

perché ne hanno bisogno. Io sono arrivato tardi come barelliere, nel

2004, ed ho visto tanta partecipazione dei giovani, questa cosa non me

l’aspettavo. Sono contento di quello che sto facendo, dobbiamo fare

sempre di più”.

“La storia di Unitalsi era di servizio – ha spiegato il presidente regionale

dell’ Unitalsi, Alessandra Bascelli – ed aveva l compito di portare speranza

dove c’è disperazione e di portare il sorriso dove c’è tristezza.
Il senso del

tutto è di affrontare le diverse problematiche della quotidianità. È vero

che l’ Unitalsi nasce come associazione ch organizza viaggi a Lourdes,

ma ci siamo resi conto che non era sufficiente perché ai disabili bisogna

aiutarli quotidianamente.
Facciamo una serie di attività per stare vicini

ai più bisognosi che sono gli ultimi, ma per noi sono i primi. Ringrazio di

cuore il maestro Pier Francesco Pingitore, Giancarlo Magalli e Federico

Perrotta.
Ringrazio anche il Comune di Chieti ed Emilia De Matteo perché

ogni volta che mi sono rivolta a lei ho trovato sempre tanta disponibilità”.

“Su questi temi ci possono essere delle larghe intese per coinvolgere tutti

– ha proseguito Dante D’Elpidio, vicepresidente nazionale dell’ Unitalsi –

questo può servire per dare una botta in testa al nostro pubblico perché

chiunque sia chinato dalla malattia e dalla sofferenza può rialzarsi.
Ma

soprattutto la botta in testa verso questa società che è presa dall’apparire

e non dall’essere. In momenti di difficoltà è più facile tagliare sui questi

settori. Vogliamo fare capire al pubblico chi siamo, cosa facciamo e

perché lo facciamo. Penso che la più bella botta in testa che possiamo

dare è per svegliare le coscienze”.

“Lo spettacolo ha avuto l’anteprima a Guidonia a fine ottobre – ha

ricordato Federico Perrotta – e poi ci sarà il debutto romano martedì

25 novembre. Siamo 20 persone,abbiamo cercato di contenere i

costi, ci siamo riusciti per volontà dell’Unitalsi e di Giancarlo Magalli.

Quindi il grazie non va alla Compagnia ma a queste persone. Per me è

fondamentale che ci sia una bella risposta”.

“La botta in testa è una metafora – ha spiegato Pier Francesco Pingitore,

scrittore e direttore del dramma comico – c’è questo anchorman che è

servo del potere che è a sua volta vittima della sua famiglia. Riceve una

botta in testa, va all’ospedale e per le persone che gli stanno intorno è

come se non esistesse più.
Quando si rimette si rifà su tutti. Questo è

un po’ lo specchio della società. Lo spettacolo nasce senza uno specifico

protagonista, ho proposto la parte a Magalli, che non calcava il palco del

Teatro da più di 30 anni, si è adattato molto bene.
Spesso consiglio di

andare a Lourdes come volontari. Stimo molto l’Unitalsi e i suoi volontari

che sacrificano il loro tempo libero e non solo per gli altri”.

INFO

Per acquistare i biglietti ci si può rivolgere al numero verde Unitalsi

800.062.026 oppure si può chiamare la sottosezione Unitalsi di Chieti al

numero 0871.349407 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.
Oppure si può

chiamare al numero 347.4877263. il costo del biglietto d’ingresso è di 12

euro e tutto l’incasso verrà devoluto alle attività unitalsiane in Abruzzo.

La serata si terrà con il patrocinio della Regione Abruzzo, della Provincia di

Chieti e del Comune di Chieti.

Guarda anche

Museo delle Genti, il baritono Matthias Ludwig al terzo evento della mostra di Lucio Rosato

Pescara – Sarà una voce splendida, quella del baritono Matthias Ludwig, a chiudere i tre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + diciotto =