sabato , 26 Settembre 2020

A Pescara “Fra…Intendimenti d’amore” con Edoardo Siravo e Vanessa Gravina

“Ringrazio Edoardo Siravo, Vanessa Gravina e Stefano Francioni – ha

detto l’assessore al ramo, Giacomo Cuzzi – questo è un bell’evento che

hanno voluto fortemente ed inaugura la stagione degli eventi di Natale.

Quale migliore evento per inaugurare una stagione che sarà ricca di

manifestazioni e che durerà tutto il mese di dicembre.
Questo spettacolo

inaugura una stagione di eventi di qualità. Si cerca di organizzare eventi

che generano attrattività e turismo nel periodo particolare del natale.

Sono contento di ospitare questa iniziativa, speriamo che si possa

continuare la collaborazione di questi personaggi con questa città”.

Saffo, Orazio, Ovidio, ma anche Dante Alighieri e Stefano Bebbi per

“tante visioni prospettiche del sentimento più controverso e inevitabile,

attraverso poesie, pensieri, lettere e testi teatrali, da un’idea di

Edoardo Siravo.
È un equilibrato mix di parole, e musica che attinge

alla produzione di artisti di tutti i tempi che hanno saputo raccontare

al mondo situazioni, peculiarità ed emozioni, racchiuse tra mille

sfaccettature dell’amore. È uno spettacolo dove parole, gesto e canto

dribblano tra ironia e passione, sarcasmo, soavità e semplice senso del

reale.

“Ringrazio per l’affetto smodato dell’Abruzzo – ha sottolineato Edoardo

Siravo – sono molisano di origine, quindi sono molto legato a questa

regione.
Questo spettacolo è già stato in Abruzzo, l’effetto che ha

sul pubblico è di un vero e proprio spettacolo. I testi continuano ad

essere molto intriganti perché non solo si prova ma ci si diverte.
Questo

messaggio fa passare un messaggio culturale attraverso il divertimento.

Non ci piacciono le cose paludate così come non ci piace il divertimento

fine a se stesso.
La bellezza e la cultura sono le cose che ci dovranno

fare sopravvivere. Abbiamo avviato anche un percorso con le scuole,

l’Agi Scuola ha favorito l’Abruzzo. Abbiamo perso il pubblico vecchio, i

professori stanno facendo un lavoro straordinario con il nuovo pubblico.

Io non sono un artista ma sono un grande artigiano, il pubblico migliore

è quello delle scuole, ringrazio i professori italiani che stanno facendo un

lavoro straordinario. Bisogna rivalutare la funzione dell’attore, gli attori

sono i medici dell’animo”.

“Ci sono delle musiche originali per lo spettacolo – ha spiegato il

compositore Davide Cavuti – molti film di Flaiano (tra gli anni ’40 e ’60)

hanno lo colonne sonore di Cicolini.
Ci avviciniamo così a dei personaggi

di origine abruzzese. Ringrazio Stefano Francioni e l’assessore Cuzzi che ci

ospitano in questa rassegna”.

Guarda anche

Presentato a Chieti il Salone dei vini e del territorio

Chieti. Si è tenuta stamane, presso Sala Cascella della Camera di Commercio di Chieti, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =