domenica , 5 luglio 2020
Home » Focus » News » Don Ciotti a Pescara per parlare di Mafie e Parco dell’Infanzia

Don Ciotti a Pescara per parlare di Mafie e Parco dell’Infanzia

Inoltre Caritas e Libera vengono coinvolte nell’adozione e riqualificazione del parco cittadino di via Tavo.

“Don Luigi Ciotti è notissimo per il suo impegno civile che da anni attraversa l’Italia – ha sottolineato il sindaco di Pescara, marco Alessandrini – la sua funzione sarà duplice: quella di programma con le mafie che strangolano il Paese, che oggi non sono più quelle di una volta ma riguardano i colletti bianchi, mafia che è invisibile. Poi abbiamo chiesto a Don Ciotti di fare un sopralluogo al Parco dell’Infanzia che di bello ha solo il nome, a ridosso del ferro di cavallo ed è una sorta di supermarket della droga. È hotel della disperazione. È di questo che vogliamo parlare con Don Ciotti e con la Caritas. Vogliamo collaborare con persone che facciano in modo che diventi un luogo di gioco e di incontro”.

“L’incontro che abbiamo organizzato ha un titolo particolare – ha spiegato Corrado De Dominicis dell’Ufficio Stampa della Caritas di Pescara – questo perché noi non vogliamo nascondere niente ed il Parco di via Tavo è un bene comune e dei cittadini di questo quartiere. Nel sopralluogo dell’anno scorso si era trovato un luogo di illegalità e di spaccio. Abbiamo preso l’impegno di convocare Don Ciotti ed alcuni Enti che vogliono manifestare i loro interessi. Non solo il Comune e la Caritas vogliono prendersi cura del Parco, ma vuole essere un invito alla cittadinanza affinché tutti si prendano cura di questo Parco e diventi un luogo ludico per i bambini e di cultura. Le mafie sono rappresentate dal tritolo e dai colletti bianchi, ma anche da tutti noi quando non ci occupiamo del bene pubblico”.

Guarda anche

La Guardia Costiera di Giulianova riceve la visita del Prefetto di Teramo

Giulianova – Questa mattina, la Capitaneria di porto di Giulianova ha ricevuto la visita  istituzionale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 14 =