martedì , 7 aprile 2020
Home » Passioni » People » Arance di solidarietà, a sostegno della cassa di resistenza della Confédération Générale du Travail

Arance di solidarietà, a sostegno della cassa di resistenza della Confédération Générale du Travail

Tornano a Pescara da giovedì 6 a domenica 9 febbraio 1000 Kg di agrumi contro mafia e sfruttamento a sostegno dei piccoli produttori siciliani e lavoratori francesi in sciopero.

Pescara – Nel nostro Paese ogni anno migliaia di schiavi della terra vivono e lavorano in condizioni disumane. Per questo abbiamo deciso di distribuire tramite un canale autorganizzato gli agrumi di piccoli produttori siciliani tra la pianura di Catania e le prime colline dei Monti Iblei, che ha il suo cuore produttivo nei comuni siracusani di Francofonte, Lentini e Carlentini.

«Caporalato e lavoro nero sono la regola nella raccolta delle arance, come dei pomodori in Puglia, tanto delle mele in Trentino quanto dell’uva in Piemonte e degli ortaggi nel vicino Fucino.» spiegano Francesco Belfiglio Coordinatore Provinciale Comuniste/i Pescara e Corrado Di Sante Segretario PRC-SE Federazione provinciale di Pescara «Ghetti senza acqua né luce, guerra tra poveri e sfruttamento, è questa la lunga filiera che porta il “Made in Italy” sugli scaffali del mondo garantendo i profitti alle grandi aziende e lasciando le briciole per tutto il resto. La grande distribuzione stabilisce il prezzo di acquisto dai produttori, un prezzo-ricatto che le imprese sostengono con l’abbattimento dei costi di manodopera, il lavoro nero e grigio, la criminalità organizzata e il caporalato a dettar legge».

In risposta a tutto anche quest’anno Rifondazione Comunista e i Giovani Comunisti di Pescara hanno deciso di distribuire tramite le arance rosse IGP tarocco di Francofonte. Sostenendo i piccoli produttori che privilegiano le produzioni tradizionali, rispettando i cicli ambientali. Per offrire un’alternativa praticabile ai piccoli contadini siciliani, per far capire coi fatti che la soluzione alla crisi non nasce dallo sfruttamento verso chi è più debole ma da solidarietà e cooperazione sociale. Per la resistenza contadina, per contrastare l’accaparramento dei terreni ad opera di speculatori e multinazionali.

«Vogliamo mostrare la nostra solidarietà seppur minima e certamente insufficiente–aggiungono Belfiglio e Di Sante– a chi il neoliberismo e il capitale lo affronta e cerca di sconfiggerlo. Nazionalismi e razzismi non hanno mai fermato lo sfruttamento. La solidarietà internazionale del movimento operaiosì. Con le arance di solidarietà, nel nostro piccolo, mostriamo che un’alternativa alla grande distribuzione è concreta, possibile e praticabile.

ARANCE DI SOLIDARITA'

ARANCE DI SOLIDARITA'

1000 Kg di arance saranno in distribuzione da giovedì 6 a domenica 10 febbraio dalle ore 10 alle ore 13,30 e dalle 16 alle 19,30 in via Francesco Tedesco 8 presso lo Spazio Sociale di Rifondazione Comunista. Oltre a sostenere i piccoli produttori siciliani, il ricavato della vendita sarà destinato alla cassa di resistenza della CGT Confédération Générale du Travail, il principale sindacato francese, a favore dei lavoratori e delle lavoratrici francesi che del 6 dicembre, ovvero da due mesiscioperano contro la riforma delle pensioni del governo liberista Macron.

L’evento su facebook
https://www.facebook.com/events/2535777436545485

Guarda anche

Giulianova, sul sito del comune la domanda per la concessione dei buoni spesa e l’avviso per gli operatori commerciali 

La domanda per la concessione dei buoni spesa è riservata ai cittadini in difficoltà economica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − due =