domenica , 29 Gennaio 2023

Il Doogle crolla a Sant’Eusanio

Sant’Eusanio. Il Doogle cancella quanto di buono fatto vedere contro il San Pietro Tollo e subisce una severa lezione a Sant’Eusanio: sconfitta pesantissima per i ragazzi di mister Zuccarini che perdono 11-1, punteggio che la dice tutta su una partita che non è mai stata in discussione.
A parziale attenuante per la squadra alcune assenze importanti, ma questo non deve giustificare una sconfitta sulla quale ci sarà da meditare per non ripetere una simile inspiegabile prestazione.
Campo piccolo, certamente non adatto alle caratteristiche tecniche di De Sanctis e compagni, tanto nervosismo in campo, un primo tempo disastroso conclusosi sul 5-0 per i padroni di casa, l’illusione momentanea di poter riprendere la gara dopo il gol di De Sanctis ad inizio ripresa, poi invece il nuovo crollo, ma anche tanta sfortuna fra pali e grandi interventi del portiere avversario Lemma. Dall’altra parte una prestazione maiuscola del neo acquisto Del Ry e di Rosato che hanno preso la squadra per mano conducendola ad un successo importante e prestigioso contro una delle squadre di alta classifica.

La cronaca si apre con l’immediato vantaggio del Sant’Eusanio al primo minuto con Rosato, bravo a rubare palla a centrocampo e a far secco Andrea D’Onofrio.
Il Doogle è frastornato e subisce il raddoppio al 7′ da Del Ry bravo a girarsi e segnare un gran gol all’incrocio dei pali. Al 10′ De Sanctis coglie il primo legno di giornata con una gran botta che non avrebbe lasciato scampo a Lemma. Due minuti dopo azione in velocità Colalongo – Camillo D’Onofrio, palla a lato. Al 14′ arriva il tris dei padroni di casa con l’imprendibile Rosato.
Al quarto d’ora si scatena una mischia furibonda davanti alla porta di Lemma, ma si conclude con un nulla di fatto. Al 17′ doppio miracolo di Lemma che riesce a bloccare a due passi dalla sua porta prima Colalongo e poi Milozzi. Azione veloce dei padroni di casa al 26′ ed inevitabile ecco il quarto gol: ancora Del Ry pesca benissimo con un diagonale De Virgiliis che deve solo appoggiare in rete. Un minuto dopo il 5-0 che chiude il primo tempo, grazie ancora a Del Ry sul cui tiro Andrea D’Onofrio riesce solo a sfiorare il pallone.
Nella ripresa si attende la pronta reazione del Doogle che nei primi minuti cerca con tutte le forze di recuperare una partita ormai compromessa.
Al 7′ Camillo D’Onofrio in versione assist – man serve bene De Sanctis che trova il gol.
Dura però poco l’illusione perché il Sant’Eusanio ristabilisce subito le distanze dopo un minuto con Ramondo che da terra si gira bene e mette la palla sul palo lontano.
Il 7-1 ha la firma di De Virgiliis che coglie la doppietta personale con un gran tiro dopo una ripartenza micidiale del solito Del Ry.
Al 9′ uno sfortunato Di Cocco coglie il secondo palo di giornata del Doogle, a testimonianza della giornata storta della squadra.
Rosato è implacabile e segna la rete dell’8-1. Al quarto d’ora De Sanctis prende in pieno il palo a due passi dalla porta: e sono tre … la maledizione pali continua per il Doogle.
Sempre il bomber si danna l’anima ed ha una doppia occasione al 18′, ma Lemma gli chiude bene lo specchio e blocca il pallone.
Al 20′ con il Doogle in fase di attacco con il portiere di movimento, Rosato colpisce ancora e segna il 9-1. Al 24′ altro palo per i ragazzi di mister Zuccarini con Milozzi.
Al 28′ l’arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa per un presunto fallo di Colalongo: dal dischetto va Rosato che trasforma .
Non è finita qui visto che il Sant’Eusanio continua ad attaccare e coglie prima l’undicesima marcatura con Del Ry e poi prende un palo sul finale di gara con D’Alfonso.
Finisce 11-1: il Doogle dovrà meditare molto su una giornata sì storta, ma frutto anche di una prestazione non certamente all’altezza.
Sabato al Palasport di Bucchianico arriva la capolista Eurogames Cupello: per De Sanctis e compagni l’occasione di un pronto riscatto in uno scontro al vertice importantissimo per la classifica.

Questo il parere post partita di Mister Gabriele Zuccarini.

“Non riesco a trovare le parole giuste per definire questa débâcle. La partita era difficile già alla vigilia: affrontavamo un avversario forte, ma sicuramente alla nostra portata: noi eravamo privi di diversi titolari, ma come non ci siamo spaventati di fronte a squadre candidate alla vittoria del campionato, potevamo e dovevamo giocarcela contro il Sant’Eusanio. Siamo andati sotto ripetutamente nel primo tempo ed è diventato tutto in salita anche perché la testa ha cominciato ancora di più a vacillare. C’è stato solo un accenno di ripresa all’inizio del secondo tempo, ma loro hanno giocato bene difendendo e ripartendo alla grande. Sono stati più veloci ed incisivi di noi, dalla loro anche l’abitudine ad un campo piccolo. Noi abbiamo pressato nella prima parte, ma senza trovare quasi mai la possibilità di concludere a rete. Ci hanno scavalcato più volte sull’uno contro uno andando al tiro tante volte. In questa partita è venuta meno la mentalità, non è stato interpretato bene il match. Sulle ali dell’entusiasmo si va bene, sulla scia di uno due o tre gol subiti scende anche la concentrazione.
Abbiamo un grande gruppo, dentro e fuori campo: sono convinto che questa pesante sconfitta sarà di stimolo per affrontare al meglio il prossimo difficile ed importantissimo incontro di domani contro il Cupello per fare risultato e ritrovare il morale, dunque dimenticando subito quello che ritengo solo un incidente di percorso”.

Guarda anche

Tombesi, i gialloverdi si impongono 5-2 sul campo del Forte Colleferro

Massimo Morena: «Settimana difficile, non una grande prestazione ma contavano i tre punti. Stiamo lavorando …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua pubblicità su Hg