sabato , 29 febbraio 2020
Home » Sport » Verso Pordenone – Pescara, parla Legrottaglie

Verso Pordenone – Pescara, parla Legrottaglie

Pescara. Domani pomeriggio il Pescara, alla Dacia Arena di Udine, affronterà il Pordenone. Il tecnico pro tempore biancazzurro, Nicola Legrottaglie, ha presentato l’incontro.
Queste sono le sue dichiarazioni riportate da forzapescara.com: ”Ho vissuto questa settimana come qualcosa che volevo affrontare, per vedere come reagire. Mi sono subito sentito a mio agio, soprattutto da parte dei giocatori nonostante un momento difficile. Dopo un esonero non è mai facile, invece i ragazzi si sono messi a disposizione. Sono stati cinque giorni entusiasmanti. In una settimana non si possono fare miracoli, ma cerco di trasmettergli positività. Bisogna sempre vivere preparandosi alle circostanze della vita. A volte sono cose negative altre positive, ma bisogna affrontarle. Cercherò di trasmettere tutte le mie competenze alla squadra. Io mi sento l’allenatore del Pescara, per Pordenone. Poi bisogna affidarci a loro, perché devono avere cuore, entusiasmo, divertimento e far appassionare gli altri cercando di far accendere la fiamma con l’ambiente. A livello tattico sarebbe impossibile mettere le mie idee. Le cose vanno fatte con criterio, e vedere una squadra propositiva. Mi voglio prendere qualche vantaggio sul Pordenone, e fino a domani non darò né formazione né modulo. Bisogna guardare avanti ora. Il Pordenone sarà difficile da affrontare, come lo sono tutte. Hanno grande fisicità e fanno benissimo quel tipo si gioco. Sono anni che hanno quell’impronta. Dobbiamo disinnescare le loro idee, ma noi dobbiamo fare la nostra partita perché noi siamo bravi. Dobbiamo avere rispetto ma non timore. L’idea di calcio che ho è quella andare in avanti. Io non vedo un fallimento da parte del Pescara di Zauri. Dire che è un fallimento, non sono d’accordo. Bisogna incoraggiare. Anche se le cose vanno male nella vita, bisogna sempre portare positività. C’è un problema ma bisogna trovare una soluzione e non altri problemi. Allenando questi 5 giorni ho avuto l’impressione che quando abbiamo la palla siamo forti, ma dobbiamo migliorare in fase di non possesso.”

Guarda anche

Tombesi: una sconfitta inaspettata, ma meritata

Roma. Giunta nella capitale dopo una serie di risultati utili e con il rientro in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 16 =