domenica , 25 Ottobre 2020

Bilancio positivo per la lunga stagione estiva dell’Ente manifestazioni e del Comune di Pescara

Pescara. Il Covid-19 non ferma l’Ente Manifestazioni Pescaresi e il Comune di Pescara. Mai come quest’anno la proposta artistica estiva è stata così variegata, con concerti e spettacoli organizzati sul e per il territorio cittadino, e un’offerta continuativa – della durata di oltre due mesi – promossa dall’assessore al Turismo e Grandi Eventi Alfredo Cremonese e dall’assessore alla Cultura Maria Rita Paoni Saccone.

A maggio, dopo essere stati i primi in Italia ad annunciare la ripresa di un festival Jazz (nel nostro caso il Pescara Jazz), il programma culturale firmato EMP e promosso dall’amministrazione comunale è decollato e si è diramato in diversi settori: musica, cinema, teatro, circo, con spettacoli gratuiti e a pagamento.

A riprova della dinamicità dell’ente arriva – fuori programma – il finale a sorpresa che per l’occasione prende il nome di Singing in the streets “reloaded”: appuntamento a venerdì 18 e sabato 19 all’Aurum, per una due giorni di musica e un totale di quattro concerti, promossi in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Sul palco i ConsPe Jazz 5et e Ciao Lucio (venerdì sera, primo concerto ore 21, secondo concerto ore 22.30), ma anche Rosso Mina e Shade of Blue (sabato sera, primo concerto alle 21, secondo concerto alle 22.30). L’ingresso è libero ma la prenotazione è obbligatoria a causa del ridotto numero di posti disponibili. Questo il LINK: https://www.eventbrite.it/o/ comune-di-pescara-30658346610

“Abbiamo deciso di chiudere la stagione in una location dal valore fortemente identitario, quale è l’Aurum, e dare ulteriore spazio ai nostri artisti – dichiara il presidente EMP, Angelo Valori -. La grande partecipazione di pubblico riscontrata in questi mesi ci ha spinto a prolungare le nostre iniziative, sicuri di rispondere, quanto più possibile, al bisogno di condivisione e cultura.”

Grande soddisfazione è stata espressa – stamane in conferenza stampa – anche dal sindaco Carlo Masci che ha aggiunto: “l’Ente manifestazione è stato il braccio operativo del Comune, non soltanto per l’organizzazione di manifestazioni, ma anche per la gestione della situazione logistica prevista dalle normative anti-Covid. Abbiamo inoltre avuto un risultato eccezionale in termini di presenze, davvero incredibili e in piena sicurezza. Nessuno – ha aggiunto il primo cittadino – si sarebbe aspettato che potessimo organizzare una stagione estiva di dimensioni nazionali come quella che si è appena conclusasi. se tornassimo a maggio, quando si pensava di non poter fare nulla, e vedessimo quello che è stato fatto, diremo che si tratta di un miracolo”.

Quanto ai numeri: “In totale sono stati circa 300 gli artisti coinvolti, più della metà abruzzesi – dichiara l’Assessore al Turismo e Grandi Eventi Alfredo Cremonese -. Solo attraverso l’iniziativa Singin’ in the streets, una bella novità della stagione 2020, abbiamo messo sul palco circa 200 musicisti più i tecnici. La risposta del pubblico è stata esaltante e ci ha convinto a proseguire fino alla fine dell’estate.”

Anche la rassegna cinematografica Sotto le stelle del cinema, fortemente voluta dall’amministrazione comunale, che si è tenuta nell’arena all’aperto del teatro d’Annunzio, ha riscontrato grande successo per i gli oltre 30 titoli proposti: “Questa stagione – dichiara l’assessore alla Cultura Maria Rita Paoni Saccone – è stata molto soddisfacente sotto ogni aspetto, con eventi in ogni zona della nostra città, comprese le periferie, e anche attraverso lo strumento del cinema all’aperto. Abbiamo notato un particolare entusiasmo dei cittadini, che hanno partecipato con passione dopo mesi di chiusura dovuta al lockdown.”

Un ulteriore aspetto positivo è stato proprio il comportamento del pubblico: migliaia di persone hanno risposto in maniera entusiasta e disciplinata, mostrando curiosità per le proposte artistiche e un rigoroso rispetto delle norme messe in campo per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

“Questa lunghissima stagione si chiude nel migliore dei modi – conclude Valori – certi di aver offerto alla città un intrattenimento culturale di ampio respiro, con proposte sempre di altissimo livello”.

Quanto agli spettacoli di venerdì e sabato, qui qualche dettaglio sui gruppi:

Il ConsPe Jazz 5et, in programma per venerdì alle 21, è nato da una collaborazione con il conservatorio L. D’Annunzio di Pescara ed è formato da Fabio Della Cuna al sax, Miriana Faieta alla voce, Marco Marcelletti al piano, Michelangelo Brandimarte al basso, Luca Di Muzio alla batteria.

A seguire si terrà un tributo a Lucio Dalla, con Ciao Lucio, band che nasce nel 2014 per volere del leader e cantante del gruppo Valentino Aquilano. La band attualmente è composta da qualificati musicisti, compagni di viaggio, Mirko Minetti alla batteria, Francesco D’ Alessandro al basso, Matteo Di Battista e Roberto Mastro alle chitarre, Elio Depasquale alle tastiere ed Alberto Grossi al sax e clarinetto.

Il primo dei due gruppi attesi per sabato è invece RossoMina, band nata dall’idea della cantante Germana Ricotti e del chitarrista Fabrizio Paolemilio per celebrare gli 80 anni della più grande cantante italiana, Mina appunto, da cui il nome della cover band, e dei suoi successi indimenticabili entrati nella storia della musica. Il repertorio vuole omaggiare la lunga carriera dell’artista riproponendo i brani storici degli esordi che l’hanno resa famosa fino ad arrivare alle perle più recenti che l’hanno consacrata definitivamente come la più grande interprete italiana. Il resto del gruppo vede Angelo Albano al basso, Dario Agnellini alla batteria e Piergiovanni Ribichini al pianoforte

Infine, spazio a Shade of Blue (sabato alle 22.30) che propone un repertorio composto da brani celebri internazionali di autori come Stevie Wonder, Sting, Michael Jackson, G.Benson…. rieseguiti in chiave Pop Jazz percorrendo gli stili più caratteristici, come il Latin Jazz, il Funk e la Fusion. L’organico è composto da strumentisti di rilievo del panorama artistico Italiano ed internazionale, con, in primo piano, la singolare vocalità di Enrica Panza: profonda e corposa, ricca di sfumature timbriche che la rendono particolarmente intensa e coinvolgente. La chitarra e gli arrangiamenti sono curati da Daniele Fratini, le tastiere sono suonate da Abramo Riti, il sax Manuel Trabucco, il basso da Emanuele Di Teodoro, la batteria da Davide Ciarallo. Tra le più importanti e numerose esperienze artistiche del gruppo, la partecipazione al MUSIKMESSE (Frankfurt), alcuni tra i più noti jazzclub parigini, la Casa del Jazz di Roma e partecipazioni regionali in programmi come quello di Estatica, Muntagninjazz, Note di gusto sotto le stelle a Vasto e il Festival Nell’Aterno scorre Musica XI edizione, al Museo Munda dell’Aquila.

In occasione della conferenza è stato presentato anche un video promozionale della città di Pescara, realizzato da Fiere&Dintorni.

Guarda anche

Museo delle Genti, il baritono Matthias Ludwig al terzo evento della mostra di Lucio Rosato

Pescara – Sarà una voce splendida, quella del baritono Matthias Ludwig, a chiudere i tre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × uno =