lunedì , 10 Maggio 2021

Di nuovo derby: Connetti.it – Altino

Le neroverdi cercano riscatto dopo la dura sconfitta della gara d’andata (fischio d’inizio domani, ore 17). Alessandra Di Paolo: «Siamo cresciute rispetto alla prima gara. Puntiamo al quarto posto»

Nocciano. Dopo la vittoria di sabato scorso contro Sant’Elia, la Connetti.it non ha giocato mercoledì nella gara prevista ancora contro le laziali (rinviata causa covid), ma arriverà con più energie al duro scontro contro Altino.

La squadra di Luca D’Amico e del presidente Aniello Papa è in lotta con Casal de’ Pazzi per il primato nel girone, ma anche le neroverdi di casa saranno a caccia dei tre punti per dare seguito alla loro rincorsa al quarto posto, che dà l’accesso alla seconda fase della stagione. Nella gara d’andata, disputata lo scorso 21 marzo, la Connetti.it subì una dura lezione, che ebbe però l’effetto benefico di mettere in luce alcuni aspetti del gioco e alcune caratteristiche su cui poi si è lavorato tanto nelle settimane successive. Per le neroverdi era solo la seconda partita stagionale e, sulle ali dell’entusiasmo per la vittoria al debutto contro Trevi, rimasero pienamente in gara contro le altinesi nel primo e, soprattutto, nel secondo set, vinto con autorità 25-16. Dopo quella frazione, che rimane una delle migliori giocate finora dalla squadra di Giorgio Nibbio, la Connetti.it fu letteralmente travolta nel terzo e nel quarto set, in cui con grande fatica riuscì a segnare, rispettivamente, 8 e 13 punti.

Venti giorni dopo, la situazione è senz’altro cambiata. Sono rimasti il valore e l’esperienza dell’avversario, che parte certamente da favorito, così come è rimasta la proverbiale imprevedibilità di un derby. Ma certamente è cresciuta la Connetti.it, sia nel morale sia nell’intesa e nel gioco. Le ultime prestazioni hanno dato maggior fiducia e consapevolezza nei propri mezzi alle neroverdi, pronte a giocarsela su tutti i palloni per portare a casa punti preziosi in vista del quarto posto. L’ex di turno, Alessandra Di Paolo, è pronta per dare battaglia:

«Il derby d’andata era per noi la seconda partita di campionato, ci mancava soprattutto il ritmo partita. Come si può vedere dai parziali, siamo state molto altalenanti, perdendo un set malamente e vincendo il secondo. In quella gara non siamo state incisive in attacco e in battuta, troppi errori. Ora possiamo sicuramente fare una gara diversa, perché avendo ripreso il nostro gioco ed essendo coscienti della nostra crescita, abbiamo voglia di riscattarci, nonostante che conosciamo il nostro avversario e sappiamo che è una squadra completa e forte. Noi puntiamo a rientrare nei playoff. Uno dei nostri punti forti è sicuramente il gruppo che si è creato, molto unito, mentre a livello fisico direi il muro, visto che abbiamo molti centimetri e fisicità. Dobbiamo migliorare la nostra continuità e capacità di concentrazione, così ci potremmo togliere tante soddisfazioni dopo tutte le difficoltà affrontate in questi mesi».

A detta di tutti, stai facendo una grande stagione, al tuo ritorno in B1 dopo l’infortunio e le esperienze in categorie inferiori: ti aspettavi di avere da subito un impatto così positivo? Sei contenta di quanto stai facendo?

«Sicuramente non mi aspettavo di dare questo grande contributo alla squadra, soprattutto dopo un anno che sono stata ferma. Come dissi all’inizio della stagione, quest’anno lo sto vivendo come una sfida a livello personale. Ringrazio la società, Giorgio Nibbio, Simone Gualtieri e tutta la squadra per avermi dato fiducia, speriamo di continuare così».

Guarda anche

Prorogata la scadenza del bando del Premio Letterario Storie di Sport

Ripa Teatina. Ancora tre settimane per partecipare alla V edizione del Premio Letterario Storie di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 13 =