sabato , 8 Maggio 2021

Colazzilli su allagamenti e speculazione edilizia

La crescita disordinata della città continua Colazilli e il continuo consumo di suolo, hanno peggiorato la qualità della vita dei cittadini, sono esplose e moltiplicate le cubature, ma al contempo i sotto-servizi sono fermi agli anni ’90.

«Cosa c’è da aspettarsi -si chiede il candidato sindaco- dalla colazione di centrodestra di Maragno che schiera tutti insieme appassionatamente i transfughi di Cantagallo, Cordoma e Di Mattia? E quale sarà il suo rapporto con i big del mattone? Maragno saprà e potrà dire i giusti no? E che dire di Lino Ruggero, i cui principali sponsor sono proprio Cantagallo e Lotorio? Persino il vicepresidente del PD Errico Di Tillio lo ha sfiduciato affermando che il candidato del centrosinistro e del PD Ruggero “potrebbe tranquillamente appoggiare l’amministrazione Maragno annullando il ruolo di opposizione”».

Colazzilli annuncia la necessità di un cambio rotta, di realizzare una politica che concentri l’attenzione sul territorio e sul paesaggio, una risorsa inestimabile da difendere e non da depredare, serve una revisione radicale degli strumenti urbanistici dando priorità alla riqualificazione dell’esistente e al riassetto idrogeologico del territorio.

«L’urbanistica, contrariamente a quanto fatto in questi anni dalle giunte di centrodestra e centrosinistro, dovrebbe servire a immaginare come rendere più bella e funzionale la città Le “stradine di campagna” nel retro pineta oggi sono occupate da condomini su condomini, e alla prima pioggia si allagano.-commentail candidato sindaco per ‘l’altra città’- E come se non bastasse su Via Metauro e sulle vie limitrofe si continua ad occupare suolo, a impermeabilizzare terreno: i protagonisti di queste dubbie operazioni (Pue, aree studio, piani particolareggiati, ecc.) sono oggi candidati sia nelle file della coalizione di Maragno che nella coalizione di Lino Ruggero».

Guarda anche

Manoppello, al via il piano asfalti

Manoppello – Parte il piano asfalti che prevede interventi su numerose arterie cittadine. In particolare, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =