domenica , 16 Maggio 2021

Pescara, Di Iacovo (Sel): “Numerose mozioni approvate in Consiglio però la giunta non ha dato seguito”

Il grupo Selpoi aggiunge aggiunge: “Tra questi

abbiamo l’istituzione di un servizio bus notturno, il fondo di sostegno

agli affitti, l’abbattimento del fatiscente Palazzo Michelangelo sulla

riviera nord, l’istituzione del Forum dei Giovani e il Registro delle Unioni

Civili, quest’ultimo approvato precedentemente e a maggioranza,

mentre le altre tutte all’unanimità.
Si tratta di atti ufficiali votati dalla

massima assise cittadina e il non dare loro seguito indica spregio verso

la democrazia e le funzioni del Consiglio. Un comportamento che

alimenta antipolitica e senso di inutilità delle istituzioni.
Non ci possiamo

lamentare di quanto i cittadini ritengano distante e inefficace la politica

se vediamo che persino le questioni votate da entrambi gli schieramenti

rimangono ‘lettera morta’ per l’inefficienza (e l’indifferenza) di questa

amministrazione. Nella prossima amministrazione, di cui Sel sarà

componente fondamentale, tutte queste mozioni già approvate saranno

rapidamente realizzate”.

“Le attività hanno portato alla produzione di atti – ha spiegato Roberto

Ettorre, coordinatore cittadino Sel e candidato Consiglio Regionale –

che non hanno avuto seguito oggettivo e fattivo. Questo dimostra che

la giunta Mascia che ha governato 5 anni questa città non ha tenuto

in minima considerazione gli atti che il Consiglio Comunale produceva.

Inoltre, anche sugli atti approvati in maniera bipartisan, ha operato ben

poco e male. Se dovessimo andare al governo cittadino ci impegneremo

facendo l’opposto della giunta Mascia”.

“Chiediamo che l’antipolitica si combatta con l’attività – ha detto

Giovanni Di Iacovo, consigliere comunale e capolista Sel amministrative

Pescara – noi, seppur in minoranza, abbiamo promosso diverse iniziative,

molte delle quali approvate all’unanimità. In cinque anni non è stato dato

seguito a nessuna iniziativa.
Tra le altre c’è stata una nostra iniziativa per

calmierare gli affitti, abbiamo fatto da intermediari per fare da tramite

per incentivare l’assegnazione di un’abitazione a chi ha bisogno. Poi

abbiamo fatto una battaglia riguardante il Palazzo Michelangelo che è

diventato un ritrovo per la malavita e l’amministrazione non ha fatto

niente”.

Guarda anche

Coronavirus: Verì, piano per consentire le visite agli ospiti delle strutture residenziali

Pescara – Recuperare le relazioni affettive interrotte a causa della pandemia tra gli ospiti delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 1 =