martedì , 5 Marzo 2024

Giornate della percussione: gran finale e 1°premio a un decenne

Sei giorni intensi di competizioni, master classes e concerti di musicisti di

fama internazionale, quelli ospitati dall’hotel di Montesilvano dal 23 al 28

settembre. La dodicesima edizione del Concorso e Festival Internazionale

Giornate della Percussione & Italy Percussion Competition si è chiusa ieri

con successo. La serata conclusiva ha visto grandi protagonisti i vincitori

delle diverse sezioni in cui si è articolato il concorso, che si sono esibiti

davanti a una folta platea.

“La settimana è stata più che positiva” ha commentato Maria Vittorio

(vicepresidente e segreteria artistica/organizzativa). “Quando cogli la

soddisfazione e la gioia negli occhi di tutti, dagli studenti agli artisti, hai la

certezza che tutto è andato per il meglio”.

A selezionare i più talentuosi tra i 280 concorrenti provenienti da 34 Paesi

di tutto il mondo sono stati grandi nomi dell’universo delle percussioni.

La gara a colpi di ritmo e di note si è articolata in sei sezioni: vibrafono,

marimba, batteria, tamburo, timpani, composizione.

Ai vincitori sono stati consegnati dagli sponsor e dalla Italy Percussive Arts

Society, organizzatrice dell’evento, premi in borse di studio e strumenti

musicali.

Un riconoscimento speciale quello assegnato al batterista siciliano Vito

Vultaggio. A lui è stata consegnata una targa in memoria di Clemente

Santangelo, primo batterista della Rai e autore di un metodo didattico

conosciuto dai batteristi di tutto il mondo, oltre a una borsa di studio

diel valore di 500 euro. Un premio speciale voluto dal maestro Antonio

Santangelo, direttore artistico della kermesse e presidente dell’Italy

Percussive Arts Society, per omaggiare suo padre, recentemente

scomparso.

Premi alla carriera sono stati, invece, assegnati al percussionista

francese Emmanuel Séjourné e al batterista americano Zoro, incoronato

dalla critica mondiale come uno dei più grandi talenti dello strumento e

didatti del ventesimo secolo.

I CONCORRENTI. Numeri da record per questa edizione della kermesse

dedicata all’universo delle percussioni. I 280 giovani percussionisti

provenivano da 34 Paesi, tra cui: Brasile, Cina, Giappone, Usa, Finlandia.

I concorrenti italiani sono arrivati dai Conservatori di Trapani, Foggia,

Mantova, Campobasso e Pescara.

Il CONCORSO E FESTIVAL INTERNAZIONALE

Organizzato dall’associazione culturale “Italy Percussive Arts Society” con

la direzione artistica del suo presidente, il maestro Antonio Santangelo,

è stato ospitato a Montesilvano per il secondo anno consecutivo, dopo

dieci edizioni a Fermo.

Ogni sera, sul palco dell’auditorium, si sono alternati musicisti come

l’americano Casey Cangelosi, la giapponese Eriko Daimo, i tedeschi

Playmobeat e l’angolano Claudio Santangelo.

Alla manifestazione, diventata negli anni un appuntamento di rilievo

internazionale per il mondo delle percussioni, sono state conferite le

Medaglie del Presidente della Repubblica, della Camera e del Senato.

Una novità dell’anno è il cd dedicato ai vincitori, su cui è stata incisa la

performance della serata finale. Il cofanetto verrà distribuito in tutto il

mondo.

I VINCITORI

Sezione Marimba

Categoria A: primo premio a Xiaohui Chen (Cina); secondo premio

a Naizhi Zhang (Cina); terzo premio a Tuomas Siddall (Finlandia) e

a Elmeri Uusikorpi (Finlandia).

Categoria B: primo premio assoluto a Bence Simon (Ungheria);

terzo premio a Ewelina Hajda (Polonia) e a Lukas Aebi (Svizzera).

Categoria C: primo premio a Miroslav Dimov (Bulgaria); terzo

premio ad Akhmejanov Daniyar (Kazakistan)

Sezione Vibrafono

Categoria A: primo premio a Fedor Arshin (Russia); secondo

premio a Xiaohui Chen (Cina); terzo premio ad Anna Micheletti

(Italia).

Categoria B: primo premio a Jonathan Bonny (Belgio); secondo

premio a Krištof Hrastnik (Slovenia); terzo premio a Elias

Nummenmaa (Finlandia).

Categoria C: primo premio a Ievgen Ulianov (Ucraina); secondo

premio a Mikhail Putkov (Lituania).

Sezione Tamburo

Categoria A: secondo premio a Boris Nikonov (Russia); terzo premio

a Bence Csepeli (Ungheria) e a Matthieu Hoffmann (Francia).

Categoria B: primo premio a Rudolf Jaouen (Francia); secondo

premio a Gorka Catediano (Spagna); terzo premio a Robin

BÅ‚aszkiewicz (Polonia).

Categoria C: secondo premio a Simon Aliotti (Francia) e a Rina

Fukuda (Giappone); terzo premio a Eri Hasemi (Giappone) e a

Gerasimos Tsagkarakis (Grecia).

Sezione Timpani

Categoria A: primo premio a José A. Castro M. Sousa (Portogallo) e a

Tuomas Siddall (Finlandia); secondo premio a Bartłomiej Sutt (Polonia).

Categoria B: primo premio a Wing Yip Andrew Chan (Hong Kong);

secondo premio a Luca Martino (Italia); terzo premio a 2° Eirini Aravidou

(Grecia).

Categoria C: primo premio a Hsin Fang (Taiwan) e a Mateusz Wiczyński

(Polonia); secondo premio ad Aubry Corentin (Francia).

Sezione Batteria

Categoria A: primo premio assoluto a Deqi Mu (Cina); primo premio a

Nicola d’Auria (Italia); secondo premio a Vincenzo Tarantino (Italia) e a

Lucrezia Benedetto (Italia).

Categoria B: primo premio ad Andrea Proia (Italia) e a Roberto Porta

(Italia); secondo premio a Vito Vultaggio; terzo premio a Ivan Poddubny

(Bielorussia).

Categoria C: primo premio a Ilya Stsiapanau (Bielorussia); secondo

premio a Ioannis Karakasidis (Grecia); terzo premio a Gaetano

Camporeale (Italia) e a Georgios P. Lamprako.

Sezione Composizione

Categoria A: terzo premio Roberto Brambilla (Italia)

Categoria D: terzo premio a: Charles P. Tremblay B. (Canada)

Leonardo Gorosito & Rafael Alberto (Brasile).

Guarda anche

Roberta Bruzzone di scena al Teatro dei Marsi di Avezzano con ‘Favole da incubo’

Biglietti sui circuiti TicketOne e Ciaotickets Chieti. Roberta Bruzzone sarà di scena con Favole da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *