mercoledì , 8 luglio 2020
Home » Focus » News » Una scelta in Comune: Anche a Spoltore è possibile donare gli organi esplicitandolo sulla carta di identità

Una scelta in Comune: Anche a Spoltore è possibile donare gli organi esplicitandolo sulla carta di identità

La giunta Di Lorito, infatti, ha approvato la delibera dal titolo: Una scelta in Comune, progetto

di sensibilizzazione alla donazioni di organi e tessuti, con cui dà mandato alla Responsabile di

Settore di mettere in atto tutti gli strumenti adeguati al fine di dare concreta attuazione al Progetto,

sia per quanto riguarda le iniziative di comunicazione che per quanto riguarda la formazione del

personale dell’Ufficio anagrafe.
L’attività di formazione verrà svolta dagli operatori del Centro

Regionale Trapianti Abruzzo e Molise. Inoltre, gli uffici si dovranno dotare di un certificato digitale

denominato SSL Client Classe 1 per le comunicazioni tra il sistema informativo comunale ed il

sistema Informativo Trapianti.

«Con questo provvedimento – ha commentato il sindaco, Luciano Di Lorito – renderemo operativo

il progetto a cui hanno aderito diversi Comuni e che molti cittadini della nostra Città ci stanno

chiedendo.
Ricordo che l’Italia è tra i primi posti in Europa per numero di donazioni e trapianti

ed una recente ricerca del Centro nazionale trapianti ha evidenziato la dimensione della crescita

delle donazioni, passando da 5,8 donatori effettivi per milione di popolazione del 1992 ai 19,3 per

milione di persone nel 2014».

«Ai diversi modi di esprimere il consenso – ha sottolineato il sindaco – si aggiunge anche la

dichiarazione in occasione del rinnovo o del rilascio della carta di identità. Il dato acquisito non

verrà indicato sul documento di identificazione, ma inviato direttamente in modalità telematica al

Sistema Informativo Trapianti.
Resta, comunque, la possibilità di modificare in seguito la propria

volontà. In questi giorni i dipendenti degli uffici verranno formati e si provvederà a fornirli della

strumentazione necessaria.
Resta il fatto che questa opportunità rientra nelle scelte autonome e

libere che ogni cittadino deve poter esercitare, nell’ambito di un contesto di coscienza civile che

dobbiamo contribuire a costruire ed a rinsaldare».

Grande soddisfazione per l’atto dell’esecutivo arriva anche da Orazio D’Orazio, (nella foto) capogruppo del

Pd in Consiglio comunale, che ha commentato: «La scelta dell’esecutivo è totalmente condivisa

dal gruppo del Pd che, in accordo con i componenti della giunta, ha più volte sostenuto la necessità

di tale provvedimento.
E’ una scelta che si carica di grande valore civile e risulta strategica per il

sistema dei trapianti nel suo complesso.
Siamo sicuri che la Comunità di Spoltore apprezzerà questo

ulteriore strumento di esercizio del proprio valore civile e, affinché vi sia la massima informazione

a riguardo, contiamo di organizzare quanto prima incontri pubblici con la popolazione, aperti alle

associazioni più sensibili al tema».

Guarda anche

Coronavirus: in Abruzzo 2 nuovi casi positivi al Covid-19, dati aggiornati al 1° luglio

Pescara – In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3289 casi positivi al Covid 19, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =