lunedì , 26 Settembre 2022

La maggioranza di centrosinistra boccia la mozione sul testamento biologico presentata da Sel

Sono oltre 70 i Comuni in Italia ad aver attivato uffici di questo tipo.
“Per noi di Sel – si legge in una nota – é imprescindibile sancire che le libertà personali sono inviolabili e che, come stabilisce l’art. 32 della Costituzione, nessuno può essere obbligato ad un trattamento sanitario afferma Daniela Santroni, Capogruppo SEL al Comune di Pescara. Si tratta di una dichiarazione, resa di fronte ad unfunzionario pubblico, nella quale qualsiasi individuo, in condizione di lucidità, può indicare le sue volontà riguardo la possibilità di sottoporsi o meno a quelle cure che è legalmente possibile rifiutare, qualora si trovasse in condizioni di non poter decidere autonomamente. Per Roberto Ettorre, Coordinatore comunale di Sel:” Non si tratta di imporre niente a nessuno ma unicamente di affermare che ogni individuo ha il diritto di scegliere liberamente a quali cure sottoporsi. Evidentemente, alcuni esponenti di questa maggioranza, ritengono che garantire le libertà individuali non debba essere nelle corde di uno Stato moderno e laico ma che invece sia necessario imporre a tutti i cittadini la propria visione etica e morale. Un po’ come accade in alcuni pseudo stati teocratici. SEL continuerà ad opporsi con forza a questa visione medioevale delle libertà individuali”. Per Daniela Santroni: “Oggi da questo Comune arriva un segnale molto negativo e di controtendenza, a pochi giorni dall’approvazione nella regione Friuli governata dalla vicepresidente del PD Debora Serracchiani della prima legge regionale sul testamento biologico, arriva la bocciatura del consiglio pescarese. Per trasparenza pubblichiamo l’esito del voto. SEL continuerà in maniera coerente e intransigente a portare avanti la sua campagna per l’estensione e l’esigibilitá dei diritti e delle libertà individuali sui temi sensibili. La prossima tappa: registro delle unioni civili”.

Guarda anche

Nasce la “Rete Libera Tutte” a sostegno delle donne vittime di violenza 

Siglato l’accordo di collaborazione tra associazioni e organizzazioni dell’area Chieti-Pescara Migliorare il livello di autonomia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

otto − 5 =