sabato , 25 Settembre 2021

Le opere di Raul in mostra nello Spazio Culturale Br1

Il

trentacinquenne pescarese, che vive tra l’Abruzzo, Miami e Londra, particolarmente apprezzato nel

panorama artistico internazionale, sbarcherà nella città adriatica prima di decollare con la sua arte alla volta

di Valencia (Spagna).
L’artista sarà infatti l’ospite straordinario della rassegna artistica-enogastronomica

“30/30/30”, la manifestazione promossa dall’associazione “Fud Espressioni di gusto”, sotto la regia del

presidente Francesco Cinapri e della titolare del Br1 Martina Peca, con la collaborazione dell’agenzia di

comunicazione Circle Studio, che coinvolge chef e artisti under 30 per un pubblico di 30 persone.
Dopo il

“sold out” dei primi due eventi, svoltisi nei mesi di marzo e aprile, gli organizzatori della rassegna hanno

deciso di omaggiare il proprio pubblico con un entusiasmante fuori programma, in abbinamento alla cucina

dello chef Angelo Lanaro del ristorante La Zattera di Pescara.
Per una serata il Br1 farà da cornice alle opere

del talentuoso pescarese, appena rientrato in Abruzzo dopo il successo della mostra “A thousand faces”,

andata in scena dal 6 marzo al 16 aprile nella Cock ‘n’ Bull Gallery di Londra.
Un artista nomade e

contemporaneo che si sposa appieno con la filosofia del Br1, ideato come un vero e proprio porto dell’arte e

della cultura, luogo di scambio di idee e conoscenze.
Classe 1980, una laurea in scienze della

comunicazione, Raul muove i suoi primi passi nel mondo della moda a Milano, dove nel 2008 fonda il brand

Reception dando vita a un team di giovani talentuosi accomunati dalla passione per il fashion, l’arte e la

musica. Un progetto così originale e creativo da varcare presto i confini nazionali e approdare in diverse

boutique tra New York, Los Angeles e Miami.
A
rte e moda rappresentano il binomio giusto per la creatività

di Raul che contemporaneamente inizia una ricca produzione di opere dove colori accesi e scale di grigio,

danno vita a personaggi definiti dalla critica “leggeri, nomadi, senza radici o con radici ovunque”. Nel 2011

espone nella 212 Gallery di Miami e nel quartiere Wyndwood produce una serie di ritratti riuniti nella sua

prima mostra personale “Hood portraits”, nella galleria Cesare Manzo di Pescara.
Partecipa poi a Fuoriuso

2012 come giovane artista emergente ed espone a Montesilvano, Città Sant’Angelo e Francavilla.
Nel 2014

Cesare Manzo scommette ancora sul giovane artista per l’ultima mostra della galleria pescarese dal titolo

“Colors”. Raul sarà dunque ospite della rassegna “30/30/30”, esponendo 16 opere di piccolo formato, prima

di partire alla volta di Valencia dove nel mese di luglio è in programma una sua mostra nella Kir Royal

Gallery, mentre a settembre approderà a Nanchino (Cina) per un festival d’arte internazionale.

Guarda anche

Conclusa a Pescara l’iniziativa Tra Terra, Sport e Mare

Tre giornate in cui sono stati coinvolti giovani ed adulti in attività ludiche e motorie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 5 =