mercoledì , 4 Agosto 2021

Virtus Lanciano e Spezia non si fanno male, 0-0

La Virtus, priva degli indisponibili Aridità e Piccolo, è scesa in campo con l’intento di riscattare la sconfitta di Modena e di sfatare il tabù Spezia, negli otto precedenti infatti i rossoneri non hanno mai battuto i liguri. I liguri vengono da tre vittorie consecutive.

Dopo pochi secondi subito Virus pericolosa con una conclusione di Ferrari bloccata da Chichizola. Al 5′ un diagonale di Mamarella viene deviato in angolo dalla difesa ospite. Al 21′ prima vera occasione per i liguri: Calaiò mette in mezzo per Canadija che appoggia per Brezovec che centra il palo. Al 26′ replica la Virus con Pucino che riceve un appoggio in verticale, dalla destra mette in mezzo per la testa di Ferrari la cui conclusione è parata da Chichizola. Al 28′ occasionissima per i rossoneri: Ze’ Eduardo lancia in area Ferrari che si fa respingere il tiro dall’estremo ligure in uscita. Poco dopo ancora Virtus con un colpo di testa di Ze’ Eduardo su cross di Mammarella. Al 43′ pericolosi gli ospiti con un’azione ben orchestrata: Catellani dalla sinistra per Situm che suggerisce per Canadija la cui conclusione da distanza ravvicinata è respinta con i pugni da Casadei.

Nella ripresa al 10′ sugli sviluppi di un corner Martic di prima intenzione manda sul fondo. Al 15′ nuovamente liguri in avanti con una conclusione di Brezovec ribattuta dalla retroguardia rossonera. Al 22′ lo Spezia reclama un penalty per un presunto atterramento in area di Aquilanti su Calaiò. Al 30′ Ferrari riceve in verticale, la sua conclusione è deviata in corner da un difensore avversario. Al 43′ traversone di Mammarella dalla sinistra, il subentrato Crecco raccoglie un rimpallo e manda sul fondo.

I commenti dei due tecnici

Roberto D’Aversa (allenatore Virtus Lanciano): “Devo dire che nel primo tempo abbiamo fatto per me un ottimo calcio, abbiamo costruito delle occasioni da rete, poi devo dire che stato bravo anche il loro portiere nell’occasione di Ferrari perché ha anticipato l’uscita e gli ha chiuso lo spazio della conclusione. Nel secondo tempo sporadicamente qualche occasione ce l’abbiamo avuta però non abbiamo fatto bene come nel primo tempo sotto l’aspetto della tenuta di gioco, però era impensabile giocare 90′ come i primi 30′ del primo tempo. Sono soddisfatto della prestazione, rammaricato per non aver vinto la partita, ma penso che siamo sulla strada giusta e che dobbiamo continuare così. Loro, a parte un palo e una ripartenza dove è stato bravo Casadei, non penso che ci abbiamo messo in difficoltà, si sono messi sulle difensive e credo che i ragazzi abbiano interpretato la partita in maniera eccellente, considerando che avevamo di fronte una squadra nella quale la differenza tante volte la fa una giocata del singolo, sotto il punto di vista tattico i ragazzi si sono ben comportati. Il secondo tempo da parte loro non l’ho visto, con le stesse trame di gioco e con le stesse occasioni che abbiamo avuto noi, però ognuno fa delle sue valutazioni”.

Nenad Bjelica (allenatore Spezia): “Lo vedo come un risultato giusto perché il Lanciano ha giocato meglio nel primo tempo, noi un po’ meglio nel secondo, siamo stati cattivi come volevamo essere, vicini all’avversario, ma non sono mai contento con un pareggio, vogliamo vincere sempre e penso che abbiamo avuto anche la possibilità di vincere, quindi credo che il pareggio sia stato un risultato giusto. Il Lanciano nel primo tempo ha creato tanti pericoli, noi abbiamo dato tanti spazi, credo che sia stato anche merito del Lanciano che ha messo la mia squadra in difficoltà. Nel secondo tempo siamo stati più concentrati e vicini all’avversario, siamo andati in velocità ed abbiamo avuto anche un paio di occasioni importanti. C’è rammarico per l’atteggiamento della squadra che nel primo tempo non è stata in campo come volevo. Naturalmente sappiamo che non si può vincere sempre, ma io mi aspetto di più dallo Spezia quando gioca fuori casa. Non si può vincere in nessun campo senza intensità, senza spingere, tutto questo non lo abbiamo fatto nel primo tempo, abbiamo regalato 45′ al Lanciano. Dopo siamo riusciti a rientrare in partita e a fare un po’ meglio. Noi sappiamo quello che vogliamo raggiungere e dobbiamo fare del nostro meglio ovunque”.

Tabellino

Virus Lanciano (4-3-3): Casadei, Aquilanti, Mammarella, Pucino, Amenta, Bacinovic (34′ st Paghera), Di Francesco, Ferrari (39′ st Padovan), Ze’ Eduardo, Di Cecco, Di Matteo (24′ st Crecco) A disposizione: Aridità, Turchi, De Silvestro, Rigione, Vistola, Lanini Allenatore: D’Aversa

Spezia (4-3-3): Chichizola, Postino, Prados, Castellani (32′ st Kvrzic), Calaiò (24′ st Nenè), Migliore, Situm, Terzi, Martic, Canadkja (44′ st Errasti), Brezovec A disposizione: Sluga, Valentini, Acampora, Milos, Rossi, Ciurria Allenatore: Bjelica

Arbitro: Baracani (sezione di Firenze)

Assistenti: Pentangelo (sezione di Nocera Inferiore) e Di salvo (sezione di
Barletta)

IV Uomo: Illuzzi (sezione di Molfetta)

Marcatori: nessuno

Ammoniti: Mammarella, Di Matteo (VL) Brezovec, Postino, Castellani, Martic (S)

Espulsi: nessuno

Note: recupero 0′ pt 5′ st, angoli 6-3 per la Virtus Lanciano

Guarda anche

Un nuovo vicepresidente per la Moaconcept Impavida Ortona

Ortona. Continuano le novità in casa Moaconcept Impavida Ortona. Diamo il benvenuto a Rocco Tenaglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 18 =