venerdì , 23 Febbraio 2024

Gli Allievi dell’Atletico Montesilvano si preparano per la nuova stagione

La società è formata dal presidente Luciano Livi, dal direttore genrale Alessandro Febbo e dal direttore sportivo Fabrizio Perilli ed è affiliata con la Pescara Calcio e collabora con la Renato Curi Angolana.

La preparazione è partita lo scorso 31 agosto con un organico formato da 18 elementi. L’obiettivo è quello di arrivare a metà classifica, ma soprattutto la crescita personale e calcistica dei ragazzi.

Abbiamo ascoltato il tecnico Dante Faugno che vanta un passato da calciatore con Modena, Sudtirol Alto Adige, Sulmona, Francavilla, Renato Curi Pescara. Inoltre questo è il suo sesto anno che allena squadre giovanili, nelle precedenti esperienze ha allenato Pro Calcio Italia, Fater, Pineto, Accademia Juventus, Asd Montesilvano.

“Arriviamo all’inizio del campionato bene – ha spiegato Dante Faugno – perché ci stiamo allenando dal 31 agosto, i ragazzi stanno rispondendo bene alla nuova esperienza. È un campionato importante quello degli Allievi per la crescita sia umana che tecnica. Ci sono tutti i presupposti per fare bene e per lavorare bene. Il girone è formato da 10 squadre con 18 partite totali con delle buone squadre di settore giovanile. È un girone abbastanza duro però io sono consapevole dei nostri mezzi e che con una mentalità di sacrificio, con una buona impostazione mentale, possiamo disputare un buon campionato sia per la crescita caratteriale umana del ragazzo che è importante e anche a livello tecnico-tattico. Ho trovato un ambiente ottimo perché già avevo conosciuto il direttore generale Febbo che ha dei trascorsi con me, negli scorsi anni alla Renato Curi Pescara. è stato un piacevole incontro, anche il presidente Livi è un’ottima persona e di prospettiva, infatti vuole fare molto bene anche in futuro, sta preparando il tutto per avere tra qualche anno una solida società con un buon numero di ragazzi in tutti i settori. Anche Perilli, che è il nostro direttore sportivo, è uno che si adopera molto per i ragazzi. Quindi posso dire solamente bene di questa società, spero di poterlo fare anche in futuro. L’obiettivo sicuramente è quello di crescere sotto il profilo umano e caratteriale dei ragazzi, poi bisogna lavorare anche sulla tecnica individuale e collettiva della squadra, fare bene sotto il profilo dell’impegno nell’attività giornaliera. Non dobbiamo fare sogni pindarici, ma lavorare giorno per giorno e attraverso i sacrifici ed il lavoro giornaliero fare un buon campionato sotto tutti i profili, senza guardare il risultato del punteggio, ma il risultato del miglioramento e del progresso. Abbiamo un numero di 18/20 ragazzi, siamo completi in tutti i ruoli, mi posso ritenere soddisfatto di come stanno lavorando e di come si stanno comportando, soprattutto dei progressi che stanno facendo. È solo da loro che dipende la crescita dato che devono capire che possono fare molto di più e che devono migliorare”.

Poi Dante Faugno ha concluso con un accenno alla sua vita nel calcio: “Da quando ho iniziato da piccolo con la Renato Curi Pescara dove mi sono tolto tante soddisfazioni ed abbiamo vinto anche degli scudetti a livello nazionale, ho proseguito a livello di professionismo e di semiprofessionismo, poi ho sposato la causa di allenare i ragazzi da qualche anno a questa parte, questo è il sesto anno che alleno, mi piace allenare i giovani e lavorare con loro cercando di mettere la mia esperienza a loro disposizione, spero di riuscire ad insegnare loro un qualcosa di positivo”.

Guarda anche

Sieco Impavida Ortona, tre punti d’oro contro Prata di Pordenone

Ortona. Ma che Sieco! Ortona batte la quinta forza del campionato e mette in tasca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *