lunedì , 30 Gennaio 2023

Pescara, il presidente Sebastiani fa il punto sul momento dei biancazzurri

“Oggi era una partita più difficile – ha spiegato il patron – perché trovare degli stimoli contro delle a squadre importanti, che sulla carta sono più accreditate, è più facile per tutti. È più facile concentrarsi contro il Cagliari rispetto a quando si gioca contro una squadra che sulla carta è meno forte. Però questa è una squadra che nello scorso turno ha battuto il Vicenza, anche abbastanza bene, è una bella squadra anche questa. In serie B i valori sono livellati, si può vincere e si può perdere con tutti. Al di la dell’avvento del nuovo mister, che lo dico sempre, è molto bravo, però la Pro Vercelli anche l’altro anno ha fatto delle buone prestazioni. Dopo la vittoria di Trapani sotto il punto di vista della concentrazione non era facile, anche perché la Pro Vercelli non è venuta proprio a giocarsela la partita qui, quindi è diventato più difficile fare gol, però ci siamo riusciti, la partita l’abbiamo vinta. Sicuramente è una bella boccata di ottimismo, di consapevolezza, di autostima, tutte componenti che servono ad una squadra per continuare a crescere perché noi ogni anno vediamo le squadre, soprattutto quelle più giovani, che si autoricaricano con le vittorie, vedo il Crotone che sta facendo bene sul campo e che sta vincendo”.

Poi il presidente Sebastiani ha parlato di Cocco: “È un giocatore importante per noi. Quando arriva un giocatore che è stato capocannoniere nella passata stagione ci si aspetta tanti gol, però sta facendo tanto bene, si vede e si sente pure. Quindi per il momento se segna Cocco o un altro non interessa, l’importante è portare a casa il risultato. Oggi dietro abbiamo rischiato zero, quindi ci doveva essere una vittoria un po’ più rotonda per dare un’idea della partita che è stata, l’1-0 non rende giustizia alla partita”.

Guarda anche

La Tombesi si conferma al secondo posto

8-0 al Junior Domitia dopo un primo tempo complesso. Esteno Pierdomenico: «Non è stato facile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua pubblicità su Hg