mercoledì , 11 dicembre 2019
Home » Terza pagina » Cultura » Guido Celano, la riscoperta di un artista dimenticato

Guido Celano, la riscoperta di un artista dimenticato

Durante la serata è stato ripercorso il suo cammino artistico partendo dagli inizi come protagonista di film muti quali “Rotaie” (1929) fino a “Via Paradiso” (1988) cosa che lo ha reso, insieme a Lawrence Olivier, l’attore più longevo professionalmente (59 anni). Sono stati proiettati piccoli spezzoni di film dai quali i presenti hanno potuto apprezzare la bravura del nostro rammentandolo al meglio della sua recitazione. Il ricordo, ideato dallo scrittore Peppe Millanta, è stato condotto da Paolo Di Cesare e dallo studioso Gianni Rosito i quali hanno evidenziato come un personaggio così importante nel cinema italiano sia completamente dimenticato tant’è che nessuna amministrazione abruzzese gli abbia dedicato una via. Il presidente del Club Adriano Arienti ha anch’egli lamentato questa grave dimenticanza e si è augurato che il Club da cui è partita la riscoperta di Alessandro Cicognini con il Socio Paolo Di Cesare lo diventi anche per Guido Celano. La serata è stata anche l’occasione per presentare “Giro di Banda”, il nuovo spettacolo di Peppe Millanta che si terrà il 30 aprile all’Auditorium Flaiano di Pescara, dedicato all’epopea della Bande Musicali della nostra Regione.

Guarda anche

Il Cervellone. Tutti i giovedì e tutte le domeniche allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo

Chieti. Appena partito è già un grandissimo successo di pubblico: “Il Cervellone”, a cura di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =