mercoledì , 4 Agosto 2021

Dopo tre stagioni di assenza, il Città di Montesilvano torna protagonista delle Final Eight di Coppa Italia

Montesilvano. Sarà comunque una serata di festa per il Montesilvano, che torna a giocare la fase finale della Coppa Italia e lo fa davanti al pubblico abruzzese del Papa Giovanni Paolo II di Pescara. Sono passate tre stagioni da quando i bianco-azzurri, in cui militavano già Burato e Tosta, affrontarono la loro ultima Coppa Italia, sempre a Pescara, uscendo in semifinale ai rigori contro la Luparense. Ma il ricordo va soprattutto al trionfo del 2007 ad Augusta, quando il Montesilvano superò Napoli, Augusta e, in finale, la Luparense, e in quella squadra c’era già Dudù Morgado.

Tornando al presente, contro il Kaos, nella gara che chiuderà il programma dei quarti di finale (fischio d’inizio ore 20.30), mister Ricci avrà a disposizione tutti i membri del roster, compresi Morgado e Ortega, assenti nella scorsa gara di campionato.
Andrei Bordignon, alla sua prima esperienza alle Final Eight, cerca di caricare un ambiente un po’ scosso dagli ultimi risultati: “Non veniamo da un buon momento, è da tanto che non riusciamo a vincere e certamente la gara contro il Napoli è difficile da dimenticare. Avevamo dominato il primo tempo, poi forse ci siamo difesi troppo, e troppo a lungo, invece di cercare il gol che avrebbe tagliato le gambe ai nostri avversari. Comunque, la Coppa Italia è tutta un’altra competizione, e dobbiamo mettere da parte il campionato. Giochiamo vicinissimo a casa, speriamo che l’orario di inizio permetta a molti nostri tifosi di venire a vederci, dopo una giornata di lavoro. Avremo tutti a disposizione, e se stiamo bene fisicamente e mentalmente possiamo vivere al meglio la serata di domani, che sarà comunque una festa per noi. Di fronte avremo un grande avversario, che d’altra parte conosciamo già molto bene. Poi, tutti insieme, potremo cercare di invertire la tendenza anche in campionato”.

Guarda anche

Un nuovo vicepresidente per la Moaconcept Impavida Ortona

Ortona. Continuano le novità in casa Moaconcept Impavida Ortona. Diamo il benvenuto a Rocco Tenaglia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 9 =