domenica , 9 agosto 2020
Home » Terza pagina » Cultura » A Torre de’ Passeri il 1^ premio al concorso ‘Un logo per la Rete RoboCup’

A Torre de’ Passeri il 1^ premio al concorso ‘Un logo per la Rete RoboCup’

Torre de’ Passeri. “Connubio tra tradizione ed innovazione, armonia delle forme e rispondenza al bando”. Con questa motivazione la giuria del concorso “Un logo per la Rete RoboCup” ha attribuito il primo premio alla classe IIA della Scuola secondario di primo grado di Torre de’ Passeri, attestatasi appunto, in cima alla classifica che ha visto sfidarsi per 50 scuole di tutta la regione.
“Un riconoscimento importante – ha commentato il sindaco Piero di Giulio presente alla cerimonia di consegna del premio, con la dirigente scolastica Antonella Pupillo e il presidente della Provincia Antonio Di Marco, che si è svolta la settimana scorsa a Pescara all’Istituto Alessandro Volta (dove si è svolta la selezione territoriale di robotica educativa, categoria RESCUE A, valida per la selezione dei finalisti della gara nazionale Robocup Jr Italia in programma a Bari dal 27 al 30 aprile) – che vede l’istituto torrese, che fa parte delle rete regionale Robocup Jr Abruzzo, all’avanguardia anche in tema di nuove tecnologie. Ed è bello pensare che tutte le scuole abruzzesi che aderiscono alla rete adotteranno il logo realizzato dai nostri ragazzi a cui va il plauso dell’intera amministrazione, insieme alle congratulazioni rivolte al corpo docente”.
Agli studenti della II A è stato consegnato un kit per la robotica educativa.
Ecco l’elenco dei ragazzi che frequentano il Comprensivo di Torre de’ Passeri: Danil Basile, Giorgia Caiano, Cosimo Centofanti, Valentino Ciarrocco, Jacopo D’Alimonte, Eleonora De Vincentis, Gaia Del Biondo, Chiara Di Battista, Giorgia Di Battista, Simone Di Battista, Mirko Di Lorenzo, Melania Di Nardo, Beatrice Di Rocco, Veronica D’Ortenzio, Ilda Elezi; Ebrar Ismani, Luisa Fernanda Nuccitelli, Hong Kai Pan, Italo Lorenzo Trotta, Chiara Teresa Ventura e Matteo Ventura.

Guarda anche

‘Come gli alberi spogliati ad Aprile’ a Casentino, il dolore di una comunità nel post terremoto

Casentino. Ricordi ed emozioni prenderanno forma nel luogo in cui è ambientato il libro del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 1 =