sabato , 5 Dicembre 2020

Sisma: L’Aquila apre le aree di accoglienza: a lavoro le squadre dei tecnici comunali, paura e verifiche in tutto l’Abruzzo

L’AQUILA – Sono state aperte alcune aree di accoglienza e sono stati allestiti dei punti di ritrovo dell’Aquila nel territorio comunale in seguito al forte sisma che ha colpito stamani la zona di Norcia. Tra queste, Murata Gigotti (gestita dalla Pro Loco di Coppito), il Campo sportivo piazza d’Armi (curata dai volontari delle Misericordie), Civita di Bagno (volontari della Croce Bianca), Pagliare di Sassa (volontari dell’associazione Pivec). Altri punti di ritrovo sono stati preparati o sono in fase di allestimento a Camarda e Tempera. Una tenda è stata montata dai volontari delle Aquile Bianche e della Croce Rossa davanti all’Auditorium del Castello, mentre i volontari delle associazioni Alpini stanno presidiando via Strinella.

Queste informazioni sono state comunicate dal Centro operativo comunale (Coc) dell’Aquila, attivato alle 8 di stamani.

Squadre di tecnici comunali sono a lavoro per verificare la situazione del centro storico dell’Aquila, in particolare nelle zone più critiche dove sono stati segnalati dei crolli di parti di edifici già danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 e sui quali non erano ancora stati avviati interventi di riparazione o ricostruzione.

I tecnici comunali del Coc proseguiranno in giornata ispezionando gli edifici che ospitano le sedi comunali, mentre i sopralluoghi sulle scuole saranno effettuati domani, in considerazione del fatto che le attività didattiche, segnala il Coc, sono sospese per il ponte di Ognissanti.

Sisma. Paura anche a Pescara dove non si registrano particolari situazioni di emergenza.
Sopralluoghi in corso nei cimiteri. Domani verranno ricontrollate tutte le scuole e gli edifici di competenza comunale

L’amministrazione:
“Vicini alle popolazioni e ai territori nuovamente colpiti”

PESCARA-  La scossa di stamane è stata avvertita distintamente anche in città. Immediatamente dopo abbiamo attivato le squadre di protezione civile addette all’assistenza della popolazione, al fine di verificare se ci fossero particolari emergenze su cui intervenire. Al momento, a parte la paura, alla Polizia Municipale non sono giunte segnalazioni di danni ingenti a persone o cose e stiamo provvedendo a fare dei sopralluoghi nei due cimiteri cittadini che saranno luoghi particolarmente frequentati in questi giorni e verificando segnalazioni circa danni di lieve entità (calcinacci e cornicioni) che arrivano dai cittadini.  Ad annunciarlo è il sindaco  Marco Alessandrini insiemeall’assessore alla Protezione Civile Enzo Del Vecchio

Per la giornata di domani si sta predisponendo un piano di verifica e controllo della situazione su tutti gli edifici pubblici di competenza comunale. “Al momento stiamo contattando tutti i responsabili delle strutture per avvisare che domattina i nostri tecnici, com’è accaduto già la settimana scorsa in occasione della scossa precedente, andranno a fare dei sopralluoghi per verificare se ci sono stati danni attribuibili al sisma di questa mattina. –spiegano gli amministratori– Abbiamo preso contatti con i dirigenti scolastici di tutti e dieci gli Istituti comprensivi perché assicurino la presenza di personale Ata per provvedere alle sole aperture dei plessi affinché i controlli avvengano agevolmente, così come i custodi di edifici e impianti comunali.
Siamo inoltre in contatto con la Protezione civile regionale, pronti a dare il nostro contributo per le popolazioni nuovamente colpite dal sisma e i territori martoriati da questa seconda e fortissima scossa”.

Guarda anche

‘+Fiducia +istituzioni +Impresa. Il caso Abruzzo’, evento online della Fondazione Hubruzzo

Appuntamento per mercoledì 2 dicembre alle ore 17:00 per chi volesse seguire e parteciapre https://www.hubruzzo.net/fiducia-istituzioni-imprese/ …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 20 =