domenica , 29 Novembre 2020

Sambuceto, lo staff di mister Tatomir

Sambuceto. I 53 punti conquistati dal Sambuceto nel campionato di Eccellenza (con relativo settimo posto finale) dopo una quasi totale rifondazione della rosa sono ovviamente il risultato di un’ottima squadra e un’altrettanto pronta società. A metà strada tra il campo (i giocatori) e la scrivania (la dirigenza), però, si inserisce il cosiddetto “staff”, ossia la “squadra”, capeggiata da mister Alessandro Tatomir, che ha saputo far sì che la rosa allestita dalla società rendesse al meglio e dimostrasse effettivamente i propri valori. E nello staff di Tatomir figurano quindi coloro i quali hanno seguito la squadra allenamento dopo allenamento e che, insieme al tecnico, hanno saputo creare e gestire un gruppo in grado di amalgamarsi al meglio in pochi mesi, e di “certificare” i propri valori con ottime prestazioni in campo e vittorie. La presentazione di chi ha lavorato al fianco dell’allenatore spetta quindi al timoniere della squadra, Tatomir: «Denis Masci, team manager, è il “factotum”, ossia colui al quale ci rivolgiamo per qualsiasi cosa. Mister Luigi Curci si occupa invece della preparazione dei portieri, mentre mister Simone D’Angelo, mio collaboratore, si occupa sia di aiutarmi nel campo, che di studiare le squadre avversarie. Credo che tutti loro siano stati assolutamente determinanti, anche nel cementare il gruppo».
Per Simone D’Angelo si è trattato del primo anno alla Cittadella dello Sport. Giunto a campionato in corso, si è subito integrato con il lavoro dell’allenatore apportando il suo contributo: «Quest’anno è stata un’esperienza molto positiva e di crescita personale», spiega mister D’Angelo, «Lavorare con Tatomir è stato molto proficuo, perché è un professionista e lo conosciamo. Poi vorrei fare un plauso a tutto il gruppo: sembra una frase fatta, ma siamo davvero una “grande famiglia” e c’è profondo rispetto tra tutti».
Per quanto concerne la preparazione dei portieri, il mister Luigi Curci, al suo secondo anno a Sambuceto, ha gestito al meglio i due “numeri 1” viola, Palena e Prosini, come dimostra l’alto livello delle prestazioni fornite da entrambi quando sono stati chiamati in causa da Tatomir, in particolare nel finale di stagione: «Sono contento di essere stato confermato quest’anno dopo la prima esperienza, e allo stesso tempo», spiega Curci, «sono orgoglioso di aver lavorato accanto a mister Tatomir, che ha contribuito a tenere alta anche la qualità nel ruolo dei portieri, oltre che della squadra. Il mio plauso va anche ad Alceo Palena e Mirko Prosini, due “uomini” oltre che portieri, che si sono messi a completa disposizione».
Infine, il team manager, magazzinieri e “factotum” Denis Masci, che al suo primo anno alla Cittadella dello Sport si è fatto subito apprezzare da tutti per le sue qualità umane e professionali: «A Sambuceto ho trovato una realtà davvero ben organizzata e “professionistica” in molti aspetti. Ho legato con diverse persone conosciute quest’anno e», aggiunge Masci, «e con molti di loro si è creato un rapporto di amicizia che prosegue spesso anche fuori dagli ambiti prettamente calcistici, e questo credo sia un aspetto molto positivo».

Guarda anche

La Sieco vince contro Prisma e malasorte, battuta Taranto al tie-break

Taranto. Incredibile quanto accaduto a Taranto. O magari no. Quando c’è di mezzo la Sieco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + sedici =