giovedì , 26 Novembre 2020

Sambuceto, intervista a Simone Antonacci

 «Contro il San Salvo è stata una partita abbastanza difficile, soprattutto nel primo tempo, molto equilibrato», spiega l’esterno, «Fortunatamente siamo riusciti a sbloccarla andando in vantaggio, e poi a chiuderla con la seconda e la terza rete».
Dedica speciale quindi per la prima rete “casalinga” di Antonacci: «Vorrei dedicare il gol a tutte le persone che credono in me, come la mia famiglia, e a coloro i quali mi hanno dato fiducia, come è successo qui a Sambuceto con staff e dirigenza, e vorrei approfittare dell’occasione per ringraziare tutti quelli che ruotano intorno a questa squadra».
Oltre alle ottime prestazioni l’ala ex Alba Adriatica, con i 3 gol all’attivo fin qui in Eccellenza, rappresenta anche il bomber della squadra: «Mi auguro di continuare così, sia per me setesso che per la squadra. Siamo un grande gruppo e stiamo facendo bene, speriamo di proseguire su questa strada».
Domenica prossima, sesto turno del campionato di Eccellenza, il “menu” prevede uno scontro al vertice a Paterno tra i padroni di casa e il Sambuceto (rispettivamente primo e secondo in classifica, distanziati di un solo punto). Un big match “insolito” e sul quale probabilmente in pochi avrebbero scommesso solamente poche settimane fa: «In effetti», ammette Antonacci, «non credo che sarebbe stata tanto da scommettere. Però ci siamo, e andremo a giocarcela con tanta tranquillità, sperando di andare a fare belle figura anche lì, e magari provando anche a superarli in classifica».
In tema di classifica, nella scorsa stagione il Sambuceto ha chiuso il massimo campionato regionale a quota 53 punti. Un buon bottino, che ha portato anche i viola al settimo posto finale in Eccellenza, e che per il classe ’92 rappresenta il punto di partenza per la stagione in corso: «Sicuramente il nostro obiettivo è cercare di fare meglio. Possiamo e vogliamo farlo. L’aspettativa di tutti è cercare di fare il massimo e dare tutto quello che abbiamo. Siamo consapevoli che quello di quest’anno è un campionato ancora più difficile rispetto a quello scorso, e quindi ognuno di noi dovrà cercare di dare quel pizzico in più per riuscirci».

Guarda anche

Sieco Service Impavida Ortona: si parte, direzione Taranto

Ortona. Dopo aver saltato la terza di campionato e dopo aver giocato due gare consecutive …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 3 =