mercoledì , 19 Giugno 2024

Sambuceto, intervista a Simone Antonacci

 «Contro il San Salvo è stata una partita abbastanza difficile, soprattutto nel primo tempo, molto equilibrato», spiega l’esterno, «Fortunatamente siamo riusciti a sbloccarla andando in vantaggio, e poi a chiuderla con la seconda e la terza rete».
Dedica speciale quindi per la prima rete “casalinga” di Antonacci: «Vorrei dedicare il gol a tutte le persone che credono in me, come la mia famiglia, e a coloro i quali mi hanno dato fiducia, come è successo qui a Sambuceto con staff e dirigenza, e vorrei approfittare dell’occasione per ringraziare tutti quelli che ruotano intorno a questa squadra».
Oltre alle ottime prestazioni l’ala ex Alba Adriatica, con i 3 gol all’attivo fin qui in Eccellenza, rappresenta anche il bomber della squadra: «Mi auguro di continuare così, sia per me setesso che per la squadra. Siamo un grande gruppo e stiamo facendo bene, speriamo di proseguire su questa strada».
Domenica prossima, sesto turno del campionato di Eccellenza, il “menu” prevede uno scontro al vertice a Paterno tra i padroni di casa e il Sambuceto (rispettivamente primo e secondo in classifica, distanziati di un solo punto). Un big match “insolito” e sul quale probabilmente in pochi avrebbero scommesso solamente poche settimane fa: «In effetti», ammette Antonacci, «non credo che sarebbe stata tanto da scommettere. Però ci siamo, e andremo a giocarcela con tanta tranquillità, sperando di andare a fare belle figura anche lì, e magari provando anche a superarli in classifica».
In tema di classifica, nella scorsa stagione il Sambuceto ha chiuso il massimo campionato regionale a quota 53 punti. Un buon bottino, che ha portato anche i viola al settimo posto finale in Eccellenza, e che per il classe ’92 rappresenta il punto di partenza per la stagione in corso: «Sicuramente il nostro obiettivo è cercare di fare meglio. Possiamo e vogliamo farlo. L’aspettativa di tutti è cercare di fare il massimo e dare tutto quello che abbiamo. Siamo consapevoli che quello di quest’anno è un campionato ancora più difficile rispetto a quello scorso, e quindi ognuno di noi dovrà cercare di dare quel pizzico in più per riuscirci».

Guarda anche

Sieco Service Impavida Ortona, un ritorno di fiamma per il reparto centrali

Ortona. Quando ci si lascia, quantomeno dal punto di vista sportivo, si è sempre soliti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *