domenica , 19 novembre 2017
Home » Sport » Francavilla piegato dalla capolista Matelica 1-2 VIDEO

Francavilla piegato dalla capolista Matelica 1-2 VIDEO

Francavilla al Mare. Al Valle Anzuca la capolista Matelica supera 1-2 il Francavilla con le reti di Magrassi su rigore e Tonelli nella prima frazione di gioco, mentre in chiusura per i padroni di casa in gol Galli.

I marchigiani fanno la classica gara da capolista concretizzando al massimo o quasi le occasioni create al cospetto di un buon Francavilla che forse avrebbe meritato qualcosa in più. Nella seconda metà della ripresa la gara si è vistosamente innervosita, a far accendere gli animi sono state alcune scelte discusse del direttore di gare, il signor Gioviani di Termoli che prima non è intervenuto su una presunta testata a palla lontana di Cuccato su Mele a palla lontana e poi ha rifilato un rosso per doppio giallo allo stesso Mele per un fallo di gioco apparentemente non cattivo. Nell’occasione per proteste è stato ammonito Spacca e Iervese è stato allontanato dalla panchina. In chiusura il subentrato Galli dimezza lo svantaggio giallorosso.
Nel Francavilla assenti: Romeo, Fofanà, Di Pentima, Cichella. Nel Matelica invece out gli infortunati Mancini e Demaljia.

La cronaca
Al 9’ Fiore è costretto ad abbandonare il campo per infortunio, al suo posto entra Molenda. All’11’ il direttore di gara assegna un penalty al Matelica per un atterramento in area di Amenta su Magrassi. Dal dischetto va lo stesso numero 9 ospite che spiazza Spacca e porta in vantaggio i suoi. Reagisce il Francavilla con una punizione di Palumbo al 14’ che termina di poco a lato. Al 16’ sugli sviluppi di un angolo, lo stesso Palumbo dal limite di prima intenzione non centra di poco lo specchio della porta. Ma al 22’ il Matelica raddoppia con Tonelli che chiude un buon fraseggio condotto da Magrassi e Gabbianelli superando Spacca. Al 37’ torna in avanti il Matelica con Gabbianelli che riceve da D’Appolonia e manda sul fondo. Al 41’ una punizione di Palumbo taglia tutta l’area, ma non ci sono compagni pronti per la zampata vincente. al 44’ serpentina in area di Magrassi il cui diagonale è impreciso.
Nella ripresa al 9’ Mancini ci prova dalla distanza ma la sua conclusione è completamente fuori misura. Al 15’ traversone di Yussif dalla sinistra, Molenda sul versante opposto non aggancia bene la sfera. Al 18’ Amenta raccoglie di testa un cross dalla testa e manda sul fondo. Al 28’ il Francavilla reclama un rosso nei confronti di Cuccato reo di aver tirato una testata a Mele a palla lontana. Al 30’ viene espulso lo stesso Mele, in maniera molto dubbia, per doppio giallo dopo uno scontro di gioco, ammonito anche Spacca ed espulso Iervese per proteste. Al 48’ il Francavilla accorcia le distanze con il subentrato Galli che insacca in tuffo di testa su un traversone proveniente dalla destra.

I commenti dei due tecnici
Pierluigi Iervese (allenatore Francavilla): “Non mi va di parlare dell’arbitro. Contro una squadra così forte non ti puoi permettere di regalare nulla, noi sapevamo che per fare risultato contro di loro dovevamo essere perfetti e non dovevamo fare regali, purtroppo abbiamo fatto due errori che potevamo benissimo evitare. Però al di la di questo, io penso che come domenica scorsa abbiamo fatto una buona prestazione e penso che sia una sconfitta non meritata. Purtroppo in questo periodo l’assenza di Fofana ci sta pesando più del dovuto, però nonostante tutto qualche occasione per fare gol ce l’abbiamo avuta e com’è successo domenica scorsa la sfortuna in questo momento fa la differenza. Si fa fatica ad accettarla però è una sconfitta che brucia, però sapevamo di giocare contro la capolista, è una corazzata che rispetto alla settimana scorsa ha cambiato 6/11 della formazione titolare, non so se questi giocatori siano più forti dei titolari ma in questo momento non c’è partita contro il Matelica. Rimane un po’ di delusione perché secondo me la squadra mia meritava di più. Amenta? Non commento gli errrori individuali, lui è un giocatore di grande esperienza, però può capitare un errore di questo tipo, non posso rimproverare nulla a nessuno, poi considerando la difficoltà perché stare 0-2 e non perdere la testa non è facile, i miei sono stati bravi fino alla fine, abbiamo cercato di recuperarla, però contro una squadra così organizzata e forte non era facile. La mia espulsione? Non lo so, io sono andato in mezzo al campo per prendere Mele e l’arbitro mi ha mandato via, purtroppo non dico che era prevenuto, però ad ogni errore era sempre contro il Francavilla, a fine partita sono andato a chiedergli chiarimenti perché ero andato solo a prendere il mio giocatore per evitare conseguenze maggiori, però penso che abbia commesso un grande errore”.
Luca Peschiero Tiozzo (allenatore Matelica): “Nel primo tempo, al di la dei due gol, la prima parte è stata equilibrata dove noi siamo riusciti a fare due gol. Poi la gestione della palla, anche negli ultimi minuti del primo tempo, è stata buona, poi nel secondo tempo mi aspettavo la reazione chiaramente di una squadra forte come il Francavilla, loro giocano un buon calcio con fisicità, hanno buoni giocatori, me lo aspettavo. Noi onestamente abbiamo subìto quasi niente, poi c’è stata l’espulsione e al di la di qualche lancio lungo e del gol, di parate il mio portiere non ne ha dovute fare. Devo dire che è stata una gara combattuta dove noi abbiamo sfruttato meglio le occasioni che la gara ha detto e ha deciso di concederci. Penso che per le occasioni la vittoria ci possa stare contro una squadra con cui le passeggiate non si fanno, è una delle migliori squadre che abbiamo incontrato, poi faccio i complimenti ai miei ragazzi perché per stare lì davanti ci vuole qualità, nessuno ha detto che il Matelica è invincibile, il Matelica ogni domenica deve giocare al massimo come ha fatto oggi per difendere i due gol di vantaggio. Lì sopra ci sono squadre con organizi eccezionali, così come le loro tifoserie, lottano per stare lì davanti ed è giusto che lo facciano. Noi ci prendiamo l’incombenza di stare lì davanti, ma sappiamo che ogni domenica sarà sempre più difficile. Chiaramente il Francavilla è una squadra di grandissimo vigore, non lo dico io ma lo dicono i nomi, i giocatori ed il modo in cui gioca, quindi gli faccio i complimenti da parte mia e penso che tutto sommato ci possa stare la vittoria”.

Tabellino
Francavilla: Spacca, Fiore (9’ pt Molenda), Sembroni, Amenta, Palumbo, Mele, Yussif, Di Pietrantonio, Velardi (21’ st Banegas), Zerbo (33’ st Galli), Mancini (11’ st Di Pinto) A disposizione: Faggiano, Milizia, Di Renzo, Silvestri, Di Sabatino Allenatore: Iervese
Matelica: Kerezovic, Brentan, De Gregorio, Meneghello, Lo Sicco, Cuccato, D’Appolonia (40’ st Messina), Malagò (36’ st Callegaro), Magrassi (23’ st Gioè), Gabbianelli (17’ st Angelilli), Tonelli (24’ st Gerevini) A disposizione: Rivosecchi, Alfonsi, Arapi, Gilardi Allenatore: Peschiero Tiozzo
Arbitro: Gioviani (sezione di Termoli)
Assistenti: Tesolim (sezione di Portogruaro) e Tinello (sezione di Rovigo)
Marcatori: 12’ pt Magrassi (rig.), 22’ pt Tonelli, 48’ st Galli
Ammoniti: Molenda, Zerbo, Spacca, Di Pinto (F)
Espulsi: Mele, Iervese (all.) (F) Peschiero Tiozzo (all. Matelica)
Note: recupero 1’ pt 5’ st, angoli 7-1 per il Francavilla

 

Guarda anche

Il Pescara supera 3-1 la Pro Vercelli

Pescara. Torna al successo il Pescara che all’Adriatico supera la Pro Vercelli 3-1 grazie ad una doppietta di Pettinari e ad un gol di Capone, per i piemontesi il gol della bandiera è stato siglato da Morra, entrato qualche minuto prima. Successo nel complesso meritato con i biancazzurri che hanno creato gioco e diverse occasioni concedendo solo alcuni break agli avversari. Affermazione importante che serve al Delfino per respirare in classifica. È la prima volta in stagione che gli adriatici guadagnano i tre punti senza di fatto soffrire. Zeman ha dovuto rinunciare ancora una volta a Bovo, Campagnaro, Balzano, Proietti e Selasi, sono invece rientrati Coda, Benali e Capone. Invece Grassadonia ha dovuto fare a meno di Vives e Mammarella, entrambi squalificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =