lunedì , 19 agosto 2019
Home » Polis » Città » Bando per le periferie, firmata la convenzione. Il sindaco di Pescara : “data storica per la città”  

Bando per le periferie, firmata la convenzione. Il sindaco di Pescara : “data storica per la città”  

Roma – Nella giornata di oggi a Palazzo Chigi il sindaco di Pescara Marco Alessandrini ha  firmato la convenzione che ratifica il finanziamento del progetto del Comune di Pescara per il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia, bandito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2016, premier Renzi.

“Si tratta del passaggio finale per ottenere i fondi che ci consentiranno di realizzare progetti di riqualificazione delle nostre periferie e che partiranno a pochi mesi da questa firma”  ha commentato soddisfatto il primo cittadino .

“E’ un giorno felice, ma anche una data storica, –ha spiegato Alessandrini– perché questo è uno dei più grandi risultati amministrativi ottenuti a favore di un’opera di “rammendo” urbano che si traduce in lavori pubblici, servizi e iniziative con un’altissima valenza sociale.

Passiamo dalle parole ai fatti, varcando ufficialmente il primo traguardo del bando, voluto dal Premier Matteo Renzi per dare attenzione, respiro e nuova vita alle zone più sensibili delle nostre città.

Si tratta di una somma ingente, la più imponente mai avuta da Pescara, che con 18 milioni di finanziamenti della Presidenza del Consiglio sarà in grado di muoverne oltre 58, grazie alla sinergia fra Pubblico e Privato che era alla base del bando e sollecitava percorsi misti, proprio guardando all’orizzonte del bene comune.

Si apre dunque la fase attuativa di un percorso che abbiamo condiviso con altri enti, associazioni e imprenditoria, dalle tappe serrate, avviato dall’ex vicesindaco Enzo Del Vecchio con grande determinazione e portato avanti dall’assessore Giacomo Cuzzi con altrettanta lena, per vedere al più presto i progetti diventare realtà.

Esattamente in linea con il fine del bando, costruiremo ora quella grande opera di rammendo fra le aree periferiche e il resto del territorio, perché sia unico il cuore della città del futuro”.

 

Guarda anche

Ordinato lo sgombero per il CAS di Castellana: Il sindaco Marinelli “pericoli per la salute pubblica”

Pianella - Un controllo da parte del dipartimento di prevenzione della ASL di Pescara ha fatto emergere una condizione di sovraffollamento presso il Centro di Accoglienza e Soggiorno Immigrati (CAS) di Castellana. La struttura, infatti, prevede una recettività massima di 9 persone in luogo delle 14 presenti, condizione che come riferisce l'Amministrazione comunale, <>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =