giovedì , 16 agosto 2018
Home » Culture » Cultura » Guardiagrele, tutto pronto per la 48sima Mostra dell’artigianato Artistico Abruzzese VIDEO

Guardiagrele, tutto pronto per la 48sima Mostra dell’artigianato Artistico Abruzzese VIDEO

Pescara. Arazzi contemporanei dell’arazzeria pennese, oreficeria, legno, pietra, ceramica, tombolo-ricamo-tessitura, vetro, ferro battuto, riciclo e grafica: questi sono i settori in esposizione, curati da Silvia Moretta, critico d’arte e curatrice di eventi artistici di rilevanza internazionale, nella 48ª edizione della Mostra dell’artigianato artistico abruzzese di Guardiagrele, dal 1° al 26 agosto, nel Palazzo dell’artigianato di …

Pescara. Arazzi contemporanei dell’arazzeria pennese, oreficeria, legno, pietra, ceramica, tombolo-ricamo-tessitura, vetro, ferro battuto, riciclo e grafica: questi sono i settori in esposizione, curati da Silvia Moretta, critico d’arte e curatrice di eventi artistici di rilevanza internazionale, nella 48ª edizione della Mostra dell’artigianato artistico abruzzese di Guardiagrele, dal 1° al 26 agosto, nel Palazzo dell’artigianato di via Roma.
Promozione e valorizzazione dei prodotti artistici e artigianali abruzzesi è la finalità dell’iniziativa progettata ancora una volta dall’Ente mostra in collaborazione con la Regione, l’assessorato alle Attività Produttive, Camera di Commercio Chieti-Pescara e Comune di Guardiagrele. DesignLoci sarà la sezione dedicata al design e riunirà designer provenienti da varie parti d’Italia e un concorso nazionale riservato ad artigiani, designer, architetti e vedrà, inoltre, il coinvolgimento di allieve e allievi di scuole d’arte e di artigianato. Fautore di questo settore è l’architetto Angelo Bucci, responsabile del Dipartimento di design dell’Università europea del design di Pescara. L’allestimento della mostra e lo svolgimento della stessa, in questo delicato momento di crisi economica, è altamente rilevante.
“Per noi a livello di regione Abruzzo – ha affermato l’assesore regionale Silvio Paolucci – è davvero una soddisfazione essere arrivati dopo 4 anni a rilanciare in tutti i modi possibili in tutta la sua completezza possibile questa manifestazione che si protrae e vuol dire investire sull’artigianato abruzzese. Ricordo che all’inizio di questa legislatura la mostra non aveva alcun tipo di finanziamento, ne aveva avuti anni addietro ma sempre in maniera limitata. Il primo anno abbiam dovuto lavorare molto per cercare di reperire delle risorse, poi ci siamo riusciti e ora la Regione riesce anche a programmare meglio. Con la Legge di Stabilità abbiamo deciso di finanziare questo progetto finanziando una legge specifica e lo abbiamo fatto iscrivendo queste somme per una triennalità che è il massimo tempo previsto dalla programmazione finanziaria della Regione. Questa importante conclusione di indirizzo politico consente anche di investire sull’artigianato, nello specifico sull’artigianato artistico che ha una sua complessità e vive un periodo complicato. Cerchiamo di fare leva sulla nostra economia per rilanciare il nostro territorio e il nostri prodotti, l’artigianato artistico è uno dei fiori all’occhiello in questo senso, per noi è una soddisfazione che ci lega ancora di più al territorio e in particolar modo a Guardiagrele”.
“Quest’anno, alla presenza di una contribuzione a valenza triennale, avvicinandosi il 50esimo della mostra è pensabile una sorta di trilogia che ci avvicina a questo ‘giubileo’ – ha sottolineato il sindaco di Guardiagrele, Simone Dal Pozzo – quindi abbiamo lanciato questa proposta e, vista questa garanzia che è stata comunicata dal presidente della mostra e dall’assessore Paoluci, potrà a mio avviso avere idealizzazione. Guardiagrele ancora una volta si rivela un centro importante a livello regionale sull’artigianato artistico ed è molto interessante anche l’interazione. A livello di design si sta ripensando anche a buona parte dell’arredo urbano, ci sono stati già dei passi compiuti e ho dato disponibilità di collocazione in aree di territorio comunale da concordare con i nostri uffici e con la mostra con delle opere che saranno realizzate e premiate. Questo confronto continua e mi auguro che abbia solo risposte positive”.
Il rito di inaugurazione è fissato per il 31 luglio, alle 18, in largo Pignatari o, in caso di pioggia, presso il cinema-teatro Garden. Oltre all’esibizione dei prodotti dell’artigianato abruzzese, la manifestazione sarà anche un momento che lascerà spazio agli incontri di Fablab 3d dell’artigianato artistico abruzzese. Si parte il 1° agosto con la partecipazione del designer-architetto Matteo Pirola; il 12 sarà la volta di Gianluca Nappo dell’Aquila con “Vi racconto la mia start up di moda ai colori e sapori d’Abruzzo”; il 16 gli occhi saranno puntati verso il cielo per un’osservazione guidata delle stelle con il talk di Luca Pozzi. Ad arricchire il programma, le serate di “Artigianato e Sapori Summer” che coniugheranno enogastronomia e artigianato artistico abruzzesi.
“Ci saranno 26 giorni di mostra con tante iniziative molto belle e importanti – ha spiegato il presidente Ente Mostra Gianfranco Marsibilio – dal concorso DesignLoci che quest’anno coinvolge designer, architetti e artisti che sono arrivati da tutta Italia, dalle scuole, dai Licei Artistici. Sono venuti dalla Sicilia e sono venuti da Torino, quindi siamo riusciti a coinvolgere tutto il territorio nazionale. Molte cose e idee nuove da parte degli artigiani abruzzesi che ringrazio di cuore, hanno capito che la mostra deve essere il momento per presentare le nuove creazioni artistiche, quindi dico veramente grazie agli artigiani abruzzesi. Ci saranno programmi e attività collaterali coem Guardiagrele Opera che è già in corso di svolgimento in questi giorni con Susanna Rigacci ed altri personaggi di primo livello, ‘Artigianato e Sapori Summer’, quindi chi verrà a Guardiagrele avrà modo di guardare le bellezze artigianali, ma avrà modo anche di assaporare delle delizie da un punto di vista gastronomico. L’osservazione delle stelle, presentazione di libri, FabLab dell’artigianato artistico abruzzese in 3D, oggi i giovani che si vogliono avvicinare alle nuove tecnologie e all’artigianato hanno bisogno di queste nuove strumentazioni e quindi vogliamo anche favorire questo all’interno della mostra”.
“Siamo a lavoro per cercare di dare un’immagine più complessa dell’etichetta di artigianato artistico abruzzese – ha detto la curatrice della mostra Silvia Moretta – una collaborazione con gli artigiani che sta sempre crescendo anche per la parte allestitiva, infatti la curatrice sono io ma il lavoro non sarebbe possibile senza sia i manufatti che la possibilità di avere delle esecuzioni allestitive condivise con gli artigiani stessi. Sono molto contenta del fatto che iniziamo a fare degli omaggi alla mostra stessa, ad esempio la stanza della solidarietà sarà estremamente colorata con i colori che sgorgano i lavori degli allestimenti della mostra di Guardiagrele prima del mio intervento che porta ad annullare il colore. Poi ci sono le esternazioni artistiche che sono fatte per creare degli attimi di pausa e di riflessione avendo una mostra così articolata volta sia ad omaggiare gli artigiani sia a generare un momento di riflessione. L’ispirazione è nata dalla natura, l’anno scorso avevamo la stanza della pioggia mentre quest’anno avremo una stanza dove la natura è preponderante con degli elementi che richiameranno la centralità del disegno”.

Guarda anche

Guardiagrele, torna la mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese

Guardiagrele. Torna a Guardiagrele la Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese. Il prestigioso evento, giunto alla sua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + quattordici =