lunedì , 19 agosto 2019
Home » Passioni » People » Prendono il via domani a Teramo e termineranno martedì 9 ottobre a Montorio i congressi di categoria della Cgil

Prendono il via domani a Teramo e termineranno martedì 9 ottobre a Montorio i congressi di categoria della Cgil

Teramo – Gli appuntamenti congressuali si svolgeranno nelle aree interne, in quelle colpite dal sisma e dalla crisi industriale mettendo al centro l’ascolto delle problematiche e la rinascita delle comunità.

Undici congressi di categoria, undici appuntamenti per conoscere meglio il territorio provinciale, i problemi che lo affliggono, ascoltare il mondo del lavoro, le sue criticità, le sue fragilità, ma anche per riscoprire le numerose ricchezze che possono fare da volàno alla sua rinascita.

Prendono il via venerdì 28 settembre a Teramo, presso la sede provinciale della Cgil in via F. Crispi, con la FISAC (Federazione Italiana Sindacale lavoratori Assicurazione e Credito), e termineranno martedì 9 ottobre a Montorio al Vomano, nella suggestiva location del Chiostro dei Zoccolanti con la Spi (Sindacato Pensionati Italano), i congressi provinciali delle varie sigle sindacali della Cgil teramana che porteranno alla definizione dei nuovi segretari e dei nuovi consigli di categoria.

Questo, nel dettaglio, il calendario dei congressi provinciali divisi per categoria (ove non segnalati si svolgeranno presso i vari Municipi):

Venerdì 28 ottobre, Sede provinciale della Cgil a Teramo, FISAC (Federazione Italiana Sindacale lavoratori Assicurazione e Credito);

Sabato 29  settembre, Fano Adriano, Slc (Sindacato Lavoratori della Comunicazione);

Domenica  30  settembre, Tossicia, Filt (Federazione Italiana Lavoratori Trasporti);

Lunedì 1 ottobre, Controguerra, Fiom (Federazione Impiegati Operai Metallurgici);

Martedì 2 ottobre, Castelli, Flc (Federazione Lavoratori della Conoscenza);

Mercoledì 3 ottobre, Nerito, Flai (Federazione Lavoratori AgroIndustria);

Giovedì 4 ottobre, Civitella del Tronto, Filctem (Federazione Italiana Lavoratori Chimica Tessile Energia Manifatture);

Venerdì 5 ottobre, Sede del Parco a Isola del Gran Sasso, FP (Funzione Pubblica);

Venerdì 5 ottobre, Colledara, Fillea (Federazione Italiana Lavoratori Legno ed Affini);

Lunedì 8 ottobre, Teramo, Filcams (Federazione Italiana Lavoratori, Commercio, Turismo e Servizi);

Martedì 9 ottobre, Montorio al Vomano, Spi (Sindacato Pensionati Italano);

Martedì 22 e mercoledì 23 ottobre, presso il Campus dell’Università degli Studi di Teramo, ci sarà poi il Congresso provinciale alla presenza di tutti i delegati e dei segretari appena eletti nelle varie categorie.

“Come abbiamo già sottolineato, in un momento storico così delicato per la nostra provincia, attanagliata dalle problematiche legate alla crisi occupazionale e dai danni causati dal terremoto e dal maltempo, soprattutto nelle aree interne e montane, riteniamo sia fondamentale ripartire da una fase di ascolto e di confronto con il territorio per dare un segnale di vicinanza e di condivisione” dichiara il Segretario provinciale della Cgil, Giovanni Timoteo. “L’auspicio è che sia una fase congressuale ricca di spunti e che ci permetta, attraverso un’attenta fase di ascolto, di farci portatori delle reali istanze che emergeranno dal nostro territorio perché siamo convinti che sia fondamentale ripartire da quanto di buono, reale e genuino questa provincia ha da offrire”. 

Guarda anche

Ci lascia Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale

È scomparsa all’età di 75 anni Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale. Nata a Capestrano (L'Aquila) nel 1944, ha insegnato in Lombardia e in Liguria ed ha vissuto in Grecia. Ha partecipato a stages teatrali tenuti da Giorgio Albertazzi nella città di Volterra, dal 1996 al 1998. Per la sua attività letteraria ha conseguito premi e riconoscimenti, tra cui il Premio della Giuria del “Fiorino d’Oro”, il Premio “Giorgio Albertazzi”, il Premio Internazionale “Emigrazione” per il libro “Terre di Guerrieri”,  il Premio “Lettera d’Amore” per una lettera d’amore dedicata al Guerriero di Capestrano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =