domenica , 17 febbraio 2019
Home » Focus » Ambiente » Disastro del Laio, il “fiume di plastica”: che fare? Venerdì 30 incontro pubblico a Guardiagrele.

Disastro del Laio, il “fiume di plastica”: che fare? Venerdì 30 incontro pubblico a Guardiagrele.

Guardiagrele – Venerdì prossimo 30 novembre a Guardiagrele si terrà un incontro pubblico organizzato dal Forum H2O e dalla Stazione Ornitologica Abruzzese onlus sulla questione del disastro del torrente Laio, il “fiume di plastica”.

Sarà l’occasione per presentare ai cittadini tutti i documenti ufficiali sulla vicenda, illustrare le azioni che si stanno portando avanti e discutere eventuali altri iniziative della cittadinanza e delle amministrazioni per cercare di risolvere questo gravissimo e annoso problema.

Sono stati invitati a partecipare tutti gli enti a vario titolo coinvolti, a partire dal Comune di Guardiagrele. Il problema non riguarda solo questo centro ma un’area molto più vasta visto che i rifiuti trascinati a valle raggiungono anche l’Aventino e da qui il Sangro e poi il marea Adriatico.
Auspichiamo un dibattito franco volto soprattutto a chiarire le intenzioni per il futuro.
L’incontro si terrà alle 17:30 presso la sala Rocco Di Giuseppe presso il Palazzo dell’Artigianato artistico abruzzese in via Roma 26 a Guardiagrele.

Guarda anche

Isole ecologiche a Teramo, l’amministrazione ha incontrato le frazioni

Teramo - Ieri sera nell’auditorium del Parco della Scienza si è svolto un incontro nel corso del quale l'amministrazione comunale e la Team hanno presentato ai rappresentanti di quartieri e frazioni la sperimentale rimodulazione del sistema di raccolta del porta a porta e l'implementazione del servizio delle attività di spazzamento. All’incontro erano presenti il Sindaco Gianguido D’Alberto, gli assessori Sara Falini e Valdo Di Bonaventura, tecnici comunali; con loro, i vertici tecnici della Teramo Ambiente spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 − uno =