giovedì , 14 novembre 2019
Home » Culture » Cultura » Chieti, presentata la XVI Giornata Nazionale del Trekking Urbano

Chieti, presentata la XVI Giornata Nazionale del Trekking Urbano

Chieti. Il Comune di Chieti parteciperà, dopo il notevole successo di pubblico delle scorse edizioni, alla XVI Giornata Nazionale del Trekking Urbano che si terrà il 31 ottobre 2019. Chieti ormai è divenuta, anche in ambito nazionale, una delle mete favorite del Trekking non solo perché il centro storico cittadino si presta notevolmente a questo …

Chieti. Il Comune di Chieti parteciperà, dopo il notevole successo di pubblico delle scorse edizioni, alla XVI Giornata Nazionale del Trekking Urbano che si terrà il 31 ottobre 2019.
Chieti ormai è divenuta, anche in ambito nazionale, una delle mete favorite del Trekking non solo perché il centro storico cittadino si presta notevolmente a questo nuovo modo di fare turismo, ma anche perché la città di Chieti si è offerta ai trekkers, che di anno in anno hanno deciso di vistarla in questa particolare occasione, con sorprese ed eventi che hanno dato modo di conoscere i lati e le storie cittadine più nascoste appassionando notevolmente i partecipanti.
In occasione della XVI Giornata del Trekking l’Ufficio Cultura del Comune ha predisposto l’allegato programma di viste guidate dal tema: “Teate lento pede, anno del turismo lento”, che sarà arricchito grazie alla collaborazione di professionisti del settore dei Beni Culturali e la sponsorizzazione di Abrex e Confarte.
“Ringrazio Abrex – ha esordito il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – che di fatto ci ha consentito di poter realizzare questa ennesima edizione del Trekking Urbano, un altro ringraziamento lo devo a Confarte che in questo caso ha il braccio operativo dell’organizzazione del Trekking. L’auspicio è quello di vedere ancora una volta la città che si mobilita e si movimenta attorno ad un evento culturale che fa scoprire poi, soprattutto con il percorso di quest’anno che include i tre Musei, dei luoghi che nemmeno gli abitanti di Chieti conoscono, tra cui Palazzo de Mayo che per troppo tempo è rimasto chiuso, speriamo che con questi ultimi avventi diventi sempre più aperto alla città. Oltre all’aspetto organizzativo vorrei sottolineare che Abrex e la manifestazione non scoprono le parti nascoste come la chiesetta dei Cappuccini, ma cose visibilissime che non tutti nel corso del tempo hano avuto modo di visitare. Mi è stato chiesto di intervenire per togliere il biglietto di 3 euro per entrare a Palazzo de Mayo, non sono d’accordo perché chi non è capace di spendere 3 euro per entrare a Palazzo de Mayo si andasse a fare una passeggiata alla Villa. La cultura ha un costo, per reggere i luoghi di cultura bisogna sostenere dei costi, per pagare del personale qualificato che lavora nei posti della cultura noi dobbiamo sostenere dei costi, 3 euro sono meno di un caffè preso in due macchiato, meno di un cappuccino e meno di tante altre cose. Io penso che 3 euro investiti nella visita in un Palazzo straordinario siano ben investiti. Avere delle giornate gratuite in determinate ricorrenze può essere anche giusto, ma pensare che un qualcosa debba essere gratuito soltanto perché è pubblico non è ammissibile, bisogna saper apprezzare le cose di qualità”.
“È una manifestazione ormai tradizionale del nostro calendario di eventi – ha sottolineato l’assessore alle manifestazioni del Comune di Chieti, Antonio Viola – si fa già da diversi anni e siamo veramente contenti di avere la collaborazione di persone di livello veramente elevato che ringrazio. Daniele Giangiulli con la sua Confartigianato ha anche creato una sezione particolare all’interno della sua confederazione che esalta un po’ il meglio che questa città offre sotto il profilo culturale affidando la responsabilità di questa sezione alla dottoressa Maria Paola Lupo che ringrazio per il suo impegno. Ringrazio anche la società Abrex che da un po’ di tempo è sempre vicina all’amministrazione comunale non facendo mai mancare il suo impegno anche dal punto di vista economico. Il tema del Trekking di quest’anno si sposa bene con la nostra città perché è tranquilla e mi dà proprio l’idea di ‘lento pede’ dando il senso della tranquillità e della sicurezza che si respira nella nostra città. Quindi con molta calma far visitare i nostri tesori, le nostre bellezze ai visitatori che verranno sicuramente numerosi in occasione della Giornata del Trekking Urbano è una bella cosa. L’itinerario rappresenta sicuramente quasi il meglio che la nostra città offre, per cui è da gustare secondo il tema del Trekking di quest’anno, con lentezza e con tranquillità. Mi preme sottolienare lo spirito collaborativo perché noi oltre la tassa irrisoria pagata al Comune di Chieti, per il resto non abbiamo pagato altro”.
Chieti si racconta in un percorso ricco di meraviglie e sorprese: una moderna transumanza sotto forma di “turismo lento” alla ricerca di nuove mete per riscoprire le proprie radici. Tra i luoghi che verranno visitati troviamo: Museo Archeologico Nazionale La Civitella, Chiesa della SS Trinità, Camera di Commercio Industria e Artigianato, Museo di Palazzo de Mayo e appartamenti del Palazzo della Prefettura.
“Da qualche mese come Confartigianato e Confarte lavoriamo per la città – ha affermato il direttore di Confartigianato Chieti, Daniele Giangiulli – e lo facciamo a costo zero per le casse comunali e stiamo dimostrando che, anche senza risorse pubbliche, se c’è la volontà di tanti attori che sono coinvolti in questo partenariato, le cose per la città di Chieti si possono fare. In questi anni abbiamo organizzato, Festival, tante iniziative, concerti estivi. Siamo partiti bene in estate con le presenze registrate e adesso andiamo avanti con il Trekking Urbano, a seguire ci sarà il Chocofestival dal 15 al 17 di novembre e poi il Winter Festival che di fatto ci vedrà impegnati fino a gennaio. Sono degli investimenti per la città di Chieti che organizziamo con tanto entusiasmo e con la collaborazione di tutto il gruppo di Confarte. Al di la dell’aspetto economico sarebbe bello se ci fosse un po’ più di collaborazione con tutti gli esercenti, cerchiamo di organizzare tante cose per la città e poi magari ci sono i negozi chiusi e le saracinesche abbassate. Vorremmo un atteggiamento un po’ più costruttivo perché in queste manifestazioni, come ad esempio il Chocofestival, abbiamo registrato delle presenze importanti, quindi ci auguriamo che ci sia davvero una collaborazione costruttiva nell’interesse di tutti”.
“Per partecipare al Trekking basta chiamare ad uno dei numeri indicati sui social – ha spiegato la storica d’arte ed organizzatrice, Maria Paola Lupo, sia sulle pagine locali che su quelle nazionali, inoltre i numeri sono presenti anche su tutto il materiale cartaceo che stiamo distribuendo e sulla pagina istituzionale del Comune di Chieti. Il Trekking Urbano quest’anno ha un piccolo contributo di 12 euro che serviranno per il pagamento dei biglietti dei Musei che si andranno a visitare, all’interno del percorso saranno presenti ben quattro Musei di Chieti. Basta venire con delle scarpe comode e con dei vestiti ‘a cipolla’ perché gli itinerari, durando tre ore iniziano con una temperatura più mite e poi alla conclusione fa un po’ più freschetto. Quindi basta prenotarsi e presentarsi puntuali rispetto all’orario che si è prenotato. I gruppi sono di 80 persone e si parte con il primo gruppo alle 15 ed il secondo alle 17 nello spiazzale di Villa Frigerj all’interno della Villa Comunale. Si inizia con il Guerriero di Capestrano e si finisce con la bellissima opera di Basilio Cascella”.

Guarda anche

Università D’Annunzio, primo Master in Behavioral Economics and Neuromarketing

Pescara. Annunciamo con entusiasmo la pubblicazione del bando del primo Master in Behavioral Economics and …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 2 =