sabato , 24 Ottobre 2020

Museo delle Genti, il baritono Matthias Ludwig al terzo evento della mostra di Lucio Rosato

Pescara – Sarà una voce splendida, quella del baritono Matthias Ludwig, a chiudere i tre week end di performance della mostra evento di Lucio Rosato “Per altre stanze”,  allestimento curato da Mariano Cipollini (in collaborazione con Astra – Associazione Studi Tradizioni Popolari Abruzzesi) nelle sale del Museo delle Genti d’Abruzzo.

Un percorso tra i luoghi e attraverso il tempo che si conclude con una voce che accompagna i ricordi e la realtà fino al silenzio.

Matthias Ludwig ha scelto di lavorare alla sua corrispondenza con le opere di Rosato in tre lingue, francese, italiano e tedesco: ogni passaggio si lega a un sentimento, a una percezione ed avvolge le opere esposte in un ideale mantello.

L’apertura è affidata all’evocativa “Les feuilles mortes” di Jacques Prévert, poi un magnifico omaggio all’Abruzzo con il fascino di una romanza preziosa, “Non t’amo più” di Francesco Paolo Tosti, il passato che nella sua eternità si trasmette al presente. La chiusura è in tedesco, con le parole dolci e tristi di un’amica dell’interprete che racconta lo sfiorire della vita paterna. Lentamente, fino al silenzio finale, invito alla riflessione o passaggio verso l’oblio.

Per questo ultimo fine settimana di mostra, sabato 10 e domenica 11, le porte del Museo delle Genti apriranno alle 16, l’esposizione di Rosato sarà visitabile dalle 17, lo spettacolo, in programma solo sabato a ingresso gratuito, inizierà alle 18.

I posti sono limitati e ingresso e presenza nelle sale saranno gestiti in osservanza delle prescrizioni anti Covid, quindi con distanziamento e obbligo di indossare la mascherina.

Guarda anche

Premiati i vincitori della 11° edizione del premio letterario “Città di Cologna Spiaggia”

Consegnati il premio alla Carriera al poeta Daniele Cavicchia e il premio Miglior Poeta Straniero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + quattro =