domenica , 18 Aprile 2021

Connetti.it, il primo di sette recuperi: si parte con Sant’Elia

Contro le laziali (fischio d’inizio domani, ore 18), le neroverdi al via di un lungo tour de force, che durerà per tutto il mese di aprile. Giulia Gogna: «Troppo altalenanti finora, ma la squadra è molto giovane. Con il tempo miglioreremo»

Nocciano. Sette partite da recuperare in meno di un mese. È questa l’impressionante tabella di marcia della Connetti.it, che partirà da domani, giovedì 1 aprile, con la sfida casalinga contro Sant’Elia.

Le neroverdi hanno finora raccolto sensazioni contrastanti, nei loro primi tre impegni stagionali. Una vittoria brillante al debutto contro Trevi, poi una sconfitta molto netta, seppur mitigata dall’ottimo secondo set vinto contro Altino, e infine un’altra sconfitta che ha lasciato un forte amaro in bocca. Contro la capolista Casal de’ Pazzi, l’impressione è che sia mancato pochissimo, un episodio a favore, un dettaglio fortunato, una giocata positiva in più, per poter parlare di un risultato completamente diverso, a favore delle neroverdi. Al di là di questo, però, è fuor di dubbio l’andamento ancora molto altalenante della squadra, capace di lasciare a 16 Altino e a 18 Casal de’ Pazzi, e poi di perdere rovinosamente il set successivo, ma spesso i sali-scendi tecnici, oltre che emotivi, si sono visti anche dentro lo stesso set. Le giustificazioni, ovviamente, non mancano: solo tre partite giocate, a fronte del maggiore rodaggio delle altre squadre, e soprattutto quei 32 giorni di stop forzato che hanno obbligato, sotto multi punti di vista, a ricominciare il lavoro da zero.

Nonostante l’ultima sconfitta casalinga patita contro Altino (0-3), l’Assitec Sant’Elia resta una delle squadre più quotate del girone D e una delle pretendenti al salto di categoria. Forse ancor più negativo della sconfitta, nella gara di sabato è arrivato anche l’infortunio a Camilla Orazi, ex Altino e Orsogna, alla quale la Connetti.it rivolge i più sinceri auguri di pronta guarigione.

Della sfida contro Sant’Elia abbiamo parlato con Giulia Gogna, una delle giocatrici più continue e positive di questo inizio di stagione:

«Finora il nostro cammino è stato un po’ altalenante. Se nella prima partita siamo riuscite ad esprimere il nostro gioco, nelle altre due partite, oltre ad aver incontrato due squadre quotate, non abbiamo mantenuto alte la concentrazione e l’aggressività per tutta la gara. Sicuramente, rispetto alla sfida contro Altino, nell’ultima siamo migliorate sia dal punto di vista del gioco che sul piano fisico. Probabilmente ci vorrà ancora un po’ per trovare certi automatismi, considerando che la squadra è molto giovane. Sant’Elia è sicuramente una squadra quotata, che ha dimostrato di essere molto costante. Noi dovremo dare il 200% e sfruttare il fattore campo. La chiave della partita potrà essere la combinazione muro-difesa e contrattacco, fondamentale quest’ultimo in cui dobbiamo ancora migliorare tanto. Nell’ultimo mese abbiamo cercato di prepararci al meglio fisicamente, sapendo che ad aprile avremmo avuto poco tempo per allenarci, visto che giocheremo ogni 3 giorni. In questo mese dimostreremo quanto siamo squadra, l’apporto di ognuna di noi sarà fondamentale per le prossime partite. Quanto a me personalmente, cerco sempre di dare il massimo ad ogni partita. Sono abbastanza soddisfatta, ma vorrei riuscire a dare un apporto maggiore in attacco. Sono comunque convinta che con il tempo possa migliorare il feeling tra noi centrali e le palleggiatrici».

Guarda anche

Eccellenza, L’Aquila – Il Delfino Flacco Porto 2-0

L’Aquila. Al Gran Sasso Acconcia di L’Aquila si torna a giocare dopo 6 mesi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 1 =