sabato , 25 Settembre 2021

Teramo, ‘La Città’ cresce ancora e diventa settimanale di approfondimento

Teramo – Citando il noto poeta Mark Strand, facciamo ricorso al titolo di uno dei suoi libri più noti per sintetizzare ciò che ha spinto l’editore Giampiero Ledda a credere in questa impresa visionaria: “il futuro non è più quello di una volta”. Considerando ciò che sta accadendo nel mondo dell’informazione digitale, sembra siano possibili solo due strade: combattere contro il digitale o trasformarsi in uno strumento digitale abbandonando la carta stampata. La Città ha scelto la terza via: l’integrazione phygital (physical + digital).

Il settimanale avrà tre canali su cui avverrà la diffusione: il cartaceo, l’app (giornale online) e il sito web.

Il cartaceo e l’app saranno sostanzialmente identici, mentre il sito, oltre a contenere degli abstract degli approfondimenti più interessanti del settimanale, porterà l’attenzione anche su questioni che integreranno le altre attività.

I contenuti saranno inseriti in canali di approfondimento, che non si limiteranno a trattare un tema in modo verticale, ma integreranno più aspetti di alcuni contesti rilevanti per intere categorie operative o sociali, analizzandone abitudini, comportamenti, problemi e soluzioni, passando per la narrazione delle migliori storie di successo.

L’altra sostanziale novità sarà la convivenza, non necessariamente pacifica, tra giornalisti ed esperti dei differenti settori di cui si occuperà il settimanale che, in alcuni casi, animeranno vivaci confronti.

Anche la veste grafica subirà un sorprendente cambiamento e risulterà del tutto nuovo, con una scelta che non mancherà di far discutere e che, per chi avrà il fiuto di comprendere cosa sta succedendo, rappresenterà una ghiotta occasione di collezionismo.

Se può sembrare presuntuoso parlare di un settimanale come un oggetto da collezionare, ci sentiamo di dire che solo le copertine avranno “valore di opera d’arte” e non escludiamo che qualcuno vorrà conservarle e incorniciarle per molti motivi che si capiranno in seguito.

Da domenica 11 luglio inizierà un percorso di avvicinamento all’edizione definitiva di settembre, passando per 7 “numeri laboratorio”, curiosi, esclusivi e sempre diversi, che costituiranno la storia non di un giornale ma di una visione a cui, crediamo, moltissimi vorranno aderire.

I 7 numeri laboratorio, saranno oggetto di proposta da parte del giornale, ma anche di ascolto e confronto con i lettori e con i portatori di interesse, per arrivare a una versione definitiva, condivisa e partecipata.

I contenuti saranno prodotti da professionisti di altissimo livello, di respiro locale, nazionale e internazionale, di cui sveleremo i nomi nei prossimi giorni.


Ai colleghi teramani dalla redazione di Hg news un sentito in bocca al lupo per questa nuova interessante sfida.

Guarda anche

Riello: Gruppo conferma chiusura Cepagatti. La Regione, decisione inaccettabile

Cepagatti – In un’ora di duro confronto i responsabili del Gruppo Riello hanno confermato la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − nove =