martedì , 26 Ottobre 2021

Sicurezza stradale: a Pianella una petizione popolare sulle criticità del quartiere S.Lucia

Pianella – Tanti i cittadini che hanno firmato una petizione popolare sulle criticita’ in merito alla sicurezza stradale, nelle vie di via villa de felici (dall’area scolastica), via s. lucia, via aldo moro, via torino, via catania e le relative intersezioni.

I delegati ai firmatari della petizione popolare, Mario Di Felice e Luciano Chichiriccò, hanno consegnato il testo insieme alle 284 firme dei cittadini che lo hanno condiviso, al Sindaco e al Comandante della Polizia Municipale di Pianella, alla Provincia di Pescara, alla Prefettura di Pescara e al Comando Stazione Carabinieri di Pianella.
Nella petizione si segnala come in quelle strade, la sicurezza stradale sia fortemente compromessa a causa dell’aumento del traffico veicolare costituito anche da mezzi pesanti; la velocità delle autovetture in transito che frequentemente supera nelle ore serali e notturne il limite stabilito dal Codice della Strada; Sorpassi che vengono effettuati, anche a notevole velocità, dove invece vige l’assoluto divieto; Marciapiedi sconnessi e in alcuni tratti mancanti; Pericolose intersezioni con le vie citate.

Tenuto conto che, nelle aree interessate da quelle strade sono insediati l’Istituto comprensivo, gli ambulatori e gli uffici della ASL, insieme ad attività commerciali e professionali che contribuiscono ad aumentare il traffico locale automobilistico e pedonale, i cittadini firmatari ora chiedono che vengano posti in essere i provvedimenti previsti dal Codice della Strada per poter prevenire incidenti garantendo l’incolumità degli utenti, tenendo conto dei “vulnerabili”.

I delegati dei firmatari del quartiere di S. Lucia, infine, fanno sapere di aver chiesto hanno chiesto anche di poter essere ricevuti dal Sindaco di Pianella, per un confronto sulle quanto esposto.

Guarda anche

“Io non rischio”: coinvolti per la campagna di sensibilizzazione oltre 3000 volontari e 500 associazioni

L’Aquila – Volontariato di protezione civile, Istituzioni e mondo della ricerca scientifica tornano in piazza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + 2 =