domenica , 21 Luglio 2024

PRESENTATA LA CANDIDATURA DI JASMINE CRISTALLO (PD) ALLE EUROPEE

Presentata questa mattina in Comune a Pescara la candidatura alle elezioni europee di Jasmine

Cristallo, giovane dirigente nazionale del Partito Democratico.

Il segretario regionale del PD Daniele Marinelli ha aperto l’incontro con i giornalisti spiegando che

“il tratto distintivo delle nostre liste è l’apertura, dovuta al fatto che il partito ha molte sensibilità e

che c’è bisogno di una linea politica chiara che parta da prospettive diverse, quelle delle famiglie

politiche che hanno costruito il PD e che lo hanno reso così forte e vivo. Le sfide che abbiamo

davanti in Europa sono complesse e vanno affrontate con una formazione larga, che esprima

attraverso le varie sensibilità tutte le sue idee. Dobbiamo proporci per cambiare l’UE e rafforzarla:

possiamo dirlo perché noi abbiamo sempre creduto in questa istituzione, mentre altri non ci credono

e vogliono un’Europa meno forte”.

Introducendo la candidata, il segretario regionale dei Giovani Democratici Saverio Gileno ha

ricordato che Cristallo è stata tra i fondatori del Movimento delle Sardine e ha affermato: “La

vitalità dei movimenti è fondamentale per il PD. Oggi ci stiamo concentrando su un argomento

cardine per le nuove generazioni, il lavoro: non deve essere precario né povero, e questo richiede un

impegno sia a livello europeo che locale”.

Proprio dal tema del lavoro è partita Jasmine Cristallo: “Sono contenta che il PD abbia messo al

centro del focus questa materia, si tratta di una scelta identitaria che apprezzo molto. La

Costituzione ne parla all’articolo 1, dunque è una parte fondamentale della nostra società. Sul punto

abbiamo diverse proposte: integrare la direttiva sui salari minimi secondo criteri di equità, creare

una cassa integrazione di livello comunitario, introdurre il salario minimo anche in Italia, abolire gli

stage gratuiti e tutelare i diritti di tutti. A tal proposito, pochi giorni fa ho firmato i quesiti

referendari proposti dalla Cgil e mi inorgoglisce pensare che anche la segretaria Elly Schlein lo

abbia fatto, perché ritengo che sia un segnale forte di cambiamento rispetto alle politiche messe in

atto con il Jobs Act e l’abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori”.

All’incontro hanno partecipato anche i candidati dei Giovani Democratici Claudio Mastrangelo e

Silvia Sbaraglia (Pescara) e Walter Verrigni (Montesilvano).

Guarda anche

“Basta deleghe selvagge ai Consiglieri di centrodestra”, Taglieri (M5S) chiede audizione di Marsilio e Sospiri in Commissione Vigilanza sul caso Campitelli

“Trasparenza, correttezza e assenza di ambiguità sono valori e presupposti che dovrebbero sempre contraddistinguere le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *