martedì , 1 Dicembre 2020

Virtus Lanciano – Trapani 2-2: pareggio in rimonta in dieci per i frentani

La gara cambia quando un errore difensivo della

Virtus permette al Trapani di trovare il vantaggio. Nella ripresa i padroni

di casa rimangono in dieci per l’espulsione di Mammarella per doppia

ammonizione e la squadra di Boscaglia trova il raddoppio. E quando tutto

sembra perduto esce fuori l’orgoglio frentano con i ragazzi di Baroni che

riescono a raggiungere il pari. Tra i rossoneri assenti lo squalificato Di

Cecco e l’indisponibile Germano, mentre tra le fila del Trapani out Iunco e

Caccetta.

Al 3′ azione personale di Piccolo per via centrale, la sua conclusione dal

limite, sporcata dalla deviazione di un difensore avversario, è bloccata da

Nordi. Al 9′ Troestè costretto ad abbandonare il campo per infortunio,

al suo posto entra Ferrario.
Al 14′ Gambino riceve dalla sinistra e da

poco fuori area con un rasoterra manda di un nulla sul fondo.
Al 21′ il

Trapani passa in vantaggio: Mancosu approfitta di un’incomprensione tra

Aquilanti e Sepe, si defila e a porta sguarnita deposita in rete. Il vantaggio

degli ospiti arriva nel momento migliore della Virtus. Al 23′ lo stesso

Mancosu suggerisce per Basso che si fa ribattere la conclusione da Sepe.

Al 38′ conclusione di Sepe da fuori da posizione defilata sulla destra,

grande intervento di Nordi. Al 45′ angolo dalla sinistra, Ferraio da pochi

passi di prima spara alto.

Nella ripresa al 10′ Mancosu raccoglie dalla destra e si fa bloccare da

Sepe. Al 16′ espulso Mammarella per somma di ammonizioni. Al 19′

Ciaramitaro appoggia per Mancosu, la sua conclusione viene smorzata,

raccoglie Gambino che si fa deviare in corner dalla difesa rossonera. Poco

dopo lo stesso Germano in scivolata da distanza ravvicinata manda di

un soffio a lato. Al 23′ il raddoppio del Trapani: Mancosu raccoglie un

traversone dalla sinistra di Feola, appoggia all’indietro per Basso che

realizza. Al 29′ la Virtus accorcia le distanze: il subentrato Thiam dalla

sinistra mette in mezzo per Piccolo che insacca. Al 42′ il pareggio dei

frentani: Thiam ruba palla a Terlizzi a metà campo, cavalcata sulla destra,

mette in mezzo per Turchi, entrato pochi minuti prima, e batte Nordi.

“Sono veramente molto contento – ha detto Turchi – perché la squadra

veniva da due ottimi risultati fuori casa, sarebbe stato un peccato

sprecare questa partita, è un buon risultato vedendo come si era

messa. Cerco di farmi trovare pronto su ogni occasione, so che mi può

arrivare una palla e su quella mi concentro al massimo.
La partita è stata

compromessa da un episodio perché fino ad allora non avevano fatto

grandi cose. Loro hanno preso coraggio, hanno palleggiato più di noi, nel

secondo tempo sembrava chiusa la partita, ma nel volto dei ragazzi ho

visto una determinazione tale per andare a prendere il risultato e così è

stato. L’importante a questo punto è rimanere attaccati a quel treno che

ci fa arrivare a risultati importanti.
Sabato andremo a Palermo con umiltà

sapendo che loro sono di un’altra categoria, cercando di prendere almeno

un punto. Noi non abbiamo nulla da perdere, nemmeno loro, quindi sarà

una partita aperta su tutti i fronti. All’andata non mi avevano fatto una

buona impressione, avevo visto un Palermo statico e con pochi tiri in

porta, ma adesso è un’altra storia”.

“La nostra è stata una prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista

– ha affermato Boscaglia – venire a Lanciano e giocare questo tipo di

partita, credo che poche squadre lo abbiano fatto. Nella fase finale

dell’incontro, dove noi abbiamo peccato, abbiamo palleggiato poco e se

lo abbiamo fatto, lo abbiamo fatto male. Abbiamo preso un gol in mischia

e l’altro per un’ingenuità. Il Lanciano ha avuto due occasioni e ne ha

sfruttate due e noi ne abbiamo avute cinque o sei e ne abbiamo sfruttate

solo due. Se devo parlare della prestazione devo dire che oggi c’è stata

una squadra che ha dominato un’altra squadra, però nel calcio non vince

chi domina ma chi fa gol. Però non butterei la croce addosso alla mia

squadra perché un pareggio a Lanciano non è da buttare, però vedendo

la partita viene il rammarico e siamo un po’ delusi, era una partita che

avevamo in cassaforte ed abbiamo sprecato, un po’ è demerito nostro ed

un po’ è merito del Lanciano che ci ha creduto. Abbiamo concesso spesso

il lancio lungo e sappiamo che sul lancio lungo il Lanciano è una squadra

che si fa rispettare. La partita doveva finire almeno con tre gol di scarto, il

Lanciano oggi ha avuto delle difficoltà, ma noi abbiamo fatto degli errori

e nel calcio chi segna ha ragione. Partite scontate non ce ne sono, con

tante squadre che vogliono fare i play off, la differenza secondo me la può

fare la condizione fisica, nel finale di campionato chi starà meglio avrà la

possibilità di fare un reich importante, è normale che ci vuole anche la

qualità dei giocatori, l’entusiasmo, ma la condizione fisica la metto un po’

sopra tutti gli altri aspetti”.

Tabellino

Virtus Lanciano: Sepe, Aquilanti (11′ st Thiam), Mammarella, De Col,

Troest (9′ pt Ferrario), Amenta, Buchel, Falcinelli, Paghera, Piccolo (39′ st

Turchi), Casarini A disposizione: Branescu, Minotti, Vastola, Comi, Gatto,

Ficagna Allenatore: Baroni

Trapani: Nordi, Pagliarulo, Basso (39′ st Garufo), Mancosu (35′ st Abate),

Priola, Ciaramitaro, Nizzetto, Feola, Gambino (25′ st Pirrone), Rizzato,

Terlizzi A disposizione: Marcone, Dai, Raimondi, Pacilli, Yaisien, Martinelli

Allenatore: Boscaglia

Arbitro: La Penna (sezione di Roma 1)

Assistenti: Liberti (sezione di Pisa) e Bolano (sezione di Livorno)

IV Uomo: Baroni (sezione di Firenze)

Marcatori: 21′ pt Mancosu, 23′ st Basso, 29′ st Piccolo, 42′ st Turchi

Ammoniti: Buchel, Thiam e Paghera (VL) Ciaramitaro (T)

Espulsi: Mammarella (VL)

Note: recupero 1′ pt 3′ st, angoli 4-3, spettatori 2.655

Guarda anche

Pescara, esonerato Massimo Oddo

Pescara. La Delfino Pescara 1936 comunica di aver sollevato dall’incarico l’allenatore della Prima Squadra Massimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 5 =