venerdì , 7 Ottobre 2022

Chieti: sensibilizzati e differenziati!

“Questo nostro servizio della gestione dei rifiuti – ha detto l’assessore

alla Raccolta Differenziata del Comune di Chieti, Alessandro Bevilacqua

– è partito da circa 4 anni e da 3 anni l’amministrazione comunale ha

iniziato a comunicare attraverso la sensibilizzazione dei più piccoli, infatti

abbiamo coinvolto bambini delle elementari. Abbiamo avviato il progetto

della tre clessidre con lo slogan ‘La differenziata allunga la vita’.
La prima

clessidra riporta il centro storico di Chieti pieno di rifiuti indifferenziati.

Dopo un anno e mezzo, grazie a questo Assessorato, al VII Settore e alla

cittadinanza nella seconda clessidra è visibile il campanile con la città che

è ripulita.
La terza clessidra, verso cui tutti vorrebbero andare, è la pulizia

totale, partendo dalla sensibilità verso i più piccoli.
A luglio uscirà un

ulteriore manifesto dove verranno riportati i nomi di tutti gli alunni che

hanno partecipato. Ad ottobre faremo girare del materiale informativo”.

“Il nostro Istituto – ha aggiunto il dirigente scolastico dell’Istituto

Comprensivo 3, Paola Di Renzo – è impegnato da anni sul territorio per

la sensibilità ambientale. Nel 2008 abbiamo presentato la candidatura

alla Regione Abruzzo per essere onorati del titolo di Isola Verde

Didattica. Abbiamo realizzato una serie di attività relative al verde e

alla raccolta differenziata.
Ci siamo messi in perfetta sintonia con il

Comune attivandoci per in tal senso. I figli insegnano ai genitori come

differenziare, questo è stato il risultato di un percorso.
Quest’anno

abbiamo avuto l’opportunità di partecipare ad una candidatura per il

riconoscimento di Istituto di Alta Qualità Ambientale.
Facciamo acquisti

verdi, già da qualche anno utilizziamo materiali come quaderno, ecc. che

rispettano l’ambiente. A coronamento del tutto c’è stata un’iniziativa

lodevole dell’Assessorato ed abbiamo avuto un riconoscimento da

parte del Wwf. Questo circolo virtuoso ha creato una vera e propria

attività di apprendimento per la raccolta dei rifiuti ed ha insegnato ai

ragazzi a preservare il territorio. Ringrazio la professoressa Antonella Di

Giammarino. Abbiamo il monitoraggio dell’energia elettrica che l’Istituto

produce. Abbiamo ridotto gli scarti della mensa di quasi il 50%. Attraverso

l’orto i ragazzi hanno visto il lavoro che c’è dietro ed hanno avuto modo

di apprezzare ciò che mangiano. Sono tutti percorsi inerenti alle nostre

scelte progettuali”.

“Questo riconoscimento – ha sottolineato Nicoletta Di Francesco del

Wwf – nasce da un accordo di programma quadro con Comieco. In base a

questo accordo si è pensato di puntare sulle scuole di ogni ordine e grado.

Sono state individuate 10 scuole tra quelle che hanno fatto richiesta. Con

Wwf Chieti ci siamo recati in diverse scuole con i vari requisiti. Abbiamo

avuto delle difficoltà perché c’erano delle disparità, ad esempio nelle

scuole Superiori, a differenza delle Elementari, non ci sono le mense.
C’è

stato un percorso partito da lontano che va sempre più evolvendosi. Il

Comune ha lavorato ed ha fatto tanto. Questo è un punto di partenza ed

un incentivo per andare avanti. Dobbiamo dire che siamo molto contenti

perché è una scuola che rientra nella nostra provincia”.

“Parliamo di due progetti – ha affermato l’assessore alla Pubblica

Istruzione del Comune di Chieti, Giuseppe Giampietro – uno ancora

da realizzarsi e l’altro in fase di completamento. L’amministrazione

comunale è stata sempre molto sensibile a queste tematiche. L’Istituto

Comprensivo 3 ha svolto un eccellente lavoro.
Andandoci ho avuto modo

di vedere che tipo di lavoro c’è ed è di alto livello. Il successo di questa

seconda edizione dell’iniziativa è altissimo. Abbiamo intenzione fino

alla fine del nostro mandato di implementare queste iniziative perché

le idee non mancano.
Dobbiamo ringraziare i dirigenti scolastici perché

quando andiamo a programmare questi progetti mostrano grandissima

sensibilità e Paola Di Renzo fa veramente un lavoro eccezionale. Traspare

una passione evidente per ciò che si fa”.

Guarda anche

Nasce “Comunergia”  la Comunità Energetica di Civitella Casanova

La soluzione alla crisi energetica può arrivare da una piccola comunità. Venerdì 7 ottobre l’incontro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × 3 =