lunedì , 26 Settembre 2022

Il Circo El Grito approda al porto turistico di Pescara

A Pescara presentano “20 Decibel”, il loro più acclamato successo, co-prodotto da istituzioni di Italia e Belgio e con già centinaia di repliche all’attivo. La prima esibizione si terrà mercoledì 2 luglio alle 21.15; le repliche si svolgeranno il 4 e il 5 luglio alla stessa ora, e il 7 luglio alle 19 e alle 22. Il tendone del Circo El Grito ha una capienza limitata a 200 persone a replica: si consiglia la prenotazione (Posto unico 10 euro, bambini 5 euro).

La presenza del circo è accompagnata dai laboratori pomeridiani per bambini curati dal Circo della Luna, con un saggio finale il 6 luglio alle ore 19. Prima di ciascuno spettacolo, dalle 20.30 si svolgeranno animazioni e performance del Circo della Luna e dei clown dottori dell’associazione Clown Doc.

Autodefinitasi “nuovo circo all’antica”, la compagnia italo-uruguaiana “El Grito Circus” è capeggiata dai giovanissimi Giacomo Costantini e Fabiana Ruiz Diaz: acrobati, trapezisti, musicisti, sono loro stessi a montare e smontare il circo e a guidare i loro dieci camion e roulottes per le strade d’Europa. I loro spettacoli, capaci di centinaia di date all’anno, nascono da laboratori di incrocio tra il circo e altre discipline artistiche: musica dal vivo classica o elettronica, danza contemporanea, teatro. La regia è affidata a Louis Spagna; la ricerca acrobatica a Catherine Magis; luci di Domenico De Vita; Scenografie di Thyl Beniest e Sebastien Boucherit; costumi di Beatrice Giannini. Hanno collaborato Giorgio Rossi ePaul Miquet. Lo spettacolo è stato coprodotto da Espace Catastrophe (Belgio), Compagnia Sosta Palmizi (Italia), Festival Mirabilia. Con il sostegno del Ministero della Comunità Francese Wallonie-Bruxelles (Belgio), settore Circo.

El Grito unisce lo stupore del circo moderno con il fascino delle origini: un tendone e una pista rotonda, recuperando la magia perduta del contatto tra artisti e pubblico. Lo spettacolo “20 Decibel” è un raffinato sogno per tutte le età: è un’esplosione di fantasia e libertà, provocazione e bellezza. Un viaggio tra acrobazie aeree, colpi di pistola, danze acrobatiche e giocoleria, che però non offuscano immagini e suoni più tenui. I corpi si trasformano, le riflessioni possono durare all’infinito, gli oggetti suonano la loro anima.

Lo spettacolo è stato ospitato nello scorso inverno all’Auditorium di Roma, dove ha colto l’attenzione dei media nazionali. La rivista Rolling Stone lo ha definito “un tendone stracolmo di poesia e fantasia”.

Guarda anche

Giornate Europee del Patrimonio 2022 per gli studenti della Provincia dell’Aquila, l’evento ‘Il Cinema per la sostenibilità’

Nell’ambito delle ”Giornate Europee del Patrimonio 2022” dal tema “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × 4 =