venerdì , 7 Ottobre 2022

Cepagatti: Concerto con L’orchestra femminile del Mediterraneo e danze popolari

L’evento rientra nell’ambito di “Cepagatti d’estate, Festa e Vita nei Borghi”, la

rassegna culturale organizzata dal Comune.

L’Orchestra Femminile del Mediterraneo raggruppa artiste dei Paesi Mediterranei e di altri

Paesi, unite dal desiderio di condividere emozioni e divulgare valori quali la Pace, la Cultura e

l’Educazione, che nel linguaggio universale rappresentato dalla musica, superano ogni confine e

ideologia, incontrandosi in un luogo ideale dove si intrecciano sentimenti e stati d’animo e dove la

diversità non rappresenta un ostacolo, ma un elemento di confronto e arricchimento.

Dopo il suo esordio, di altissimo livello, con un concerto organizzato in onore della Principessa

Wijidan Al-Hashemi, Ambasciatore di Giordania, che ha conferito all’OFM un prestigioso

riconoscimento per il notevole livello delle artiste, la bellezza del suono, l’originalità del

repertorio e l’impegno sociale nel promuovere la cultura del dialogo e i diritti delle donne,

l’Orchestra Femminile del Mediterraneo è stata chiamata nel 2009 ad esibirsi in un grande evento

per i Giochi del Mediterraneo.
Ha partecipato a festival nazionali ed è coinvolta in contesti

dell’Unione del Mediterraneo.
Collabora stabilmente con il Soprano Pervin Chakar, premiata

nel 2012 quale miglior voce della Turchia. Oltre al repertorio classico, l’OFM si dedica alla

divulgazione di un particolare programma incentrato sulla Musica Colta del Mediterraneo e alla

scoperta di compositori e compositrici contemporanei.

A dirigere è Antonella De Angelis, di origini romane, ma residente da lungo tempo a Pescara, che

è ritenuta “fra i più interessanti direttori della sua generazione” da Donato Renzetti, tra i direttori

d’orchestra italiani più affermati nel mondo. Ha conseguito il Diploma triennale di direzione

d’orchestra con il massimo dei voti. Lior Shambadal, direttore stabile dei Berliner Symphoniker,

l’ha insignita del Diploma con “Menzione di Merito” per l’interpretazione di Beethoven. E’ stata

selezionata come migliore allieva da Dominique Rouits, insegnante dell’Ecole Normale di Parigi,

e da Julius Kalmar, quest’ultimo per l’opera di Mozart “Così fan tutte”. Fondatrice dell’Orchestra

Femminile del Mediterraneo, quale ambizione di condivisione interculturale, ha diretto diverse

orchestre tra cui la Filarmonia Veneta, la Grande Orchestra Sinfonica russa “P. J. Tchaikowsky”,

l’Orchestra Sinfonica di Plevel e l’Orchestra Nazionale SGI, composta da musicisti provenienti

da importanti istituzioni quali La Scala di Milano, l’Accademia di Santa Cecilia di Roma, RAI

di Torino e l’Opera di Roma.
E’ direttore stabile del l’Orchestra Sinfonica Dean Martin, che ha

visto l’esordio con il violinista Paolo Morena (Primo violino del Gran Teatro d’Opera di Pechino)

nel Concerto per violino di Luis Bacalov, occasione in cui il compositore, Premio Oscar, le ha

assegnato un prestigioso riconoscimento.

Il programma del concerto di venerdì prossimo, di grande impatto, prevede l’esecuzione di brani di

compositori di vari paesi (Grecia, Spagna, Croazia, Italia) che, con i loro diversi linguaggi hanno

contribuito sia alla riscoperta di danze popolari in chiave colta che alla rivisitazione di temi e forme

musicali più classiche. Nel dettaglio saranno eseguiti brani di: Nikos Skalkottas (Epitortikos,

Kretikos, Kleftikos), Andrea Vezzoli (Saltarello), Jan Van Der Roost (Rikudim, andante moderato

con moto), Paolo Marzocchi (Encore), Carlos Gardel (Por una cabeza) e dei compositori

abruzzesi Enrico Vallone (Visioni), Raffaele Bellafronte (Aerobic Season), Antonio Cericola

(Questo Amore-Adagio) e Angelo Valori (Danza).

“E’ un concerto molto importante per il nostro Comune considerata l’estrema professionalità

delle musiciste impegnate e la valenza interculturale dell’evento” afferma il Sindaco, Sirena

Rapattoni. “Cepagatti si apre ad altre culture anche per rilanciare un messaggio di inclusione

sociale, partecipazione attiva e vivace alla vita del paese ed estremo amore per l’arte. Mi auguro che

ci sia una grande partecipazione da parte dei cittadini residenti e dei comuni limitrofi, magicamente

accolti nello scenario della Torre Alex, che già di per sé merita una visita”

L’ingresso al concerto è gratuito.

Guarda anche

All’Aquila il Festival “riscoprire l’Europa”

DALL’8 AL 16 FITTO PROGRAMMA PER AVVICINARE I GIOVANI ALLE ISTITUZIONI L’Aquila – Proiettare i giovani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × tre =