mercoledì , 2 Dicembre 2020

Telecamere: Orsini, Finalmente il sistema della videosorveglianza potrà essere operativo

Parlando a titolo

di presidente del comitato ambientalista Salva-Saline Orsini poi esprime ancora soddisfazione per il passo in avanti fatto

dall’amministrazione comunale che ha attivato le telecamere sul lungofiume Saline per scoraggiare l’illecito

abbandono dei rifiuti che inquinano l’ambiente e ostruiscono il letto del sito a rischio esondazione.
«Il

comitato Salva-Saline (il cui fondatore e socio è Roberto Di Simone titolare dello stabilimento balneare “La

Racchetta”), nei prossimi giorni chiederà un incontro al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso per

predisporre un programma d’intervento sulla discarica lineare più lunga d’Italia al fine di disinnescare la

bomba idrogeologica ed evitare le tragedie che inevitabilmente colpiscono i territori martoriati dall’uomo.

A causa dell’intreccio tra politica e affari, che attraverso la corruzione degli amministratori locali ha

permesso ai costruttori di cementificare la città e distruggere il territorio rendendola una lapide di cemento

senza identità turistica, culturale e commerciale, tarpando quindi le ali all’economia e renderla vulnerabile

agli elementi della natura».
Il comitato Salva-Saline poi annuncia che sei nei prossimi giorni non sarà varato

un programma di bonifica del fiume, al fine di evitare tragedie come quelle che in questi giorni stanno

colpendo altre città d’Italia, verranno attuate azioni concrete, anche estreme, per sensibilizzare l’opinione

pubblica.

Guarda anche

Ex zone rosse, dalla Giunta regionale l’ok a 240mila euro di ristori

Pescara – Per i giorni di chiusura delle attività nei comuni ricadenti nelle zone rosse, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =