giovedì , 9 Dicembre 2021

Impianti pubblicitari, ultima settimana per partecipare al bando

Il servizio consisterà nella realizzazione, nell’installazione e nella gestione degli impianti pubblicitari, da collocare nelle aree di proprietà del Comune di Montesilvano, nell’esecuzione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria ed eventuali interventi accessori. Gli impianti pubblicitari in questione sono le preinsegne, le transenne parapedonali, gli orologi con pannelli pubblicitari, le pensiline della fermata bus urbano, le rastrelliere porta bici, i pannelli pubblicitari luminosi o display, i cestini porta rifiuti e i quadri planimetrici della città.

Gli impianti pubblicitari oggetto del bando dovranno avere caratteristiche estetiche di elevato pregio architettonico e compatibili con il contesto paesaggistico di riferimento. I materiali impiegati dovranno essere di ottima qualità e di elevata resistenza al deperimento.
La struttura portante dovrà essere realizzata con l’impiego di materiali che abbiano standard qualitativi e proprietà meccaniche tali da assicurare adeguati livelli di sicurezza nei confronti delle sollecitazioni, sia statiche che dinamiche, cui potrebbero essere sottoposti. Ciascun concorrente è tenuto a presentare in sede di offerta opportuni elaborati contenenti la tipologia dei singoli impianti che si intendono installare e le relative dimensioni.

«Tale avviso regolamenta finalmente un settore fino ad oggi lasciato senza una disciplina. Era il 2010 – ricorda l’assessore al Commercio Lucia D’Onofrio – quando il Consiglio Comunale approvò il piano generale degli impianti pubblicitari, senza però che quest’ultimo entrasse effettivamente in vigore. L’avviso consentirà invece di disciplinare il sistema, oltre a produrre entrate di rilievo per le casse del Comune. Questa settimana, inoltre, provvederemo a rimuovere gli impianti pubblicitari abusivi sul nostro territorio.
Nelle scorse settimane infatti – spiega ancora la D’Onofrio – abbiamo avviato una importante opera di rimozione di tutti quegli impianti non conformi. La prima fase ha interessato 8 impianti.
Qualora le ditte non dovessero provvedere alla rimozione di altri impianti abusivi individuati, in settimana procederemo alla loro eliminazione, elevando una sanzione di 4.000 euro per ogni impianto tolto».

Guarda anche

Covid-19: chiusi i Centri per l’impiego di Chieti e Pescara

Pescara – Su disposizione del direttore del Dipartimento Lavoro è stata differita al 6 dicembre 2021 la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + venti =