giovedì , 26 Novembre 2020

Albergo diffuso a Penne Il Sindaco D’Alfonso: “Sgravi fiscali per chi aderisce al progetto”

Tali agevolazioni riguarderanno esclusivamente i vani utilizzati per la ricettività, detratti dal computo complessivo dell’edificio di cui fanno parte.
«È opportuno ricordare che l’Albergo diffuso, -commenta il sindaco D’Alfonso- disciplinato dalla L. R. n. 22 del 9 agosto 2013, rappresenta un modello di ricettività turistica volto a promuovere il recupero e il restauro conservativo degli immobili in disuso nei borghi antichi e nei centri storici, adibendoli a strutture ricettive per turisti interessati a soggiornare in un contesto urbano e architettonico dal forte carattere identitario.
Nel Comune di Penne si contano già diverse adesioni di proprietari di immobili a questo progetto, che mira sia a favorire l’ulteriore sviluppo del turismo nel capoluogo vestino, sia a stimolare il ripopolamento del centro storico e la ripresa delle attività commerciali e artigianali ivi collocate.
Con le agevolazioni fiscali sull’IMU e la TARI, che saranno recepite all’interno del vigente Regolamento sull’Imposta Unica Comunale (I. U. C.), l’Amministrazione Comunale di Penne si propone di favorire il ricorso al modello ricettivo dell’Albergo diffuso all’interno del centro storico, convinta di incentivare in questo modo l’ulteriore aumento delle presenze turistiche nel capoluogo vestino, che già quest’anno ha fatto registrare un incremento del 15% rispetto al 2014».

Guarda anche

Vacanza attiva, in vetrina al TTG di Rimini operatori e percorsi abruzzesi

Marchese: «Per tre giorni in agenda appuntamenti con i tour operator di una decina di Paesi» PESCARA – Da domani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 12 =