lunedì , 30 Novembre 2020

Pescara, incendio in via di Sotto, il Comune attivo per gli interventi a sostegno delle famiglie evacuate.

“L’incendio è divampato per cause ancora in fase di accertamento – spiega il vice sindaco Enzo Del Vecchio – e hanno interessato l’appartamento posto al terzo piano che è stato completamente distrutto, ma ha compromesso la stabilità statica anche dell’appartamento soprastante, a seguito del cedimento di alcune parti del solaio divisorio. Conseguenze ulteriori si sono avute anche nell’abitazione sottostante, a causa dell’acqua utilizzata per spegnere l’incendio, sia pure in minima quantità, mentre per effetto dei fumi e delle scorie provocate dalle fiamme sono divenuti inagibili tutti gli appartamenti del 3°, 4° e 5° piano.
Il personale comunale è immediatamente intervenuto, ha assistito i residenti e verificato tutto quanto di competenza dell’Ente, sia in termini di assistenza alle persone che per quanto riguarda gli atti e i provvedimenti che comunque dovranno essere assunti a causa delle condizioni dello stabile. Al momento si è in attesa del verbale di consistenza dei danni da parte dei Vigili del Fuoco e delle relative prescrizioni, questo al fine di poter procedere alla emissione di un’apposita ordinanza che indichi gli interveti da eseguire.

Allo stato, secondo quanto appreso verbalmente e a seguito di un sopralluogo, gli interventi necessari interessano due casistiche: la prima riguarda la staticità degli appartamenti e quindi richiede attività che comportano tempi maggiori per arrivare a soluzione; l’altra riguarda invece la bonifica ambientale di tutti gli appartamenti vicini e non coinvolti dall’incendio, per l’eliminazione dei residui e dei fumi (identico intervento dovrà interessare anche il vano scala). Per questa seconda casistica la tempistica sicuramente è minore e consentirà il ripristino funzionale degli appartamenti. La situazione pertanto determina l’allontanamento delle 11 famiglie presenti al 3°, 4° e 5° piano, oltre quella dell’appartamento immediatamente sottostante a quello incendiato. Per queste è prevista un’assistenza attraverso la società Gmg ed eventualmente parenti, perché possano essere accolti per il tempo necessario al ritorno a casa.

Solo due delle famiglie interessate non hanno appoggi in città, per cui si rende necessaria una sistemazione provvisoria in albergo, soluzione a cui si è dedicato l’assessore alle Politiche sociali Giuliano Diodati, grazie alla rete di assistenza attiva per le emergenze.
Saremo vicini a tutte le famiglie in queste ore, ma anche nelle fasi successive, per assicurare loro quanto necessario ad affrontare al situazione al meglio, ma anche per sollecitare l’amministratore del condominio ad ottemperare con sollecitudine alle prescrizioni che verranno impartite per consentire un ritorno alla normalità nel più breve tempo possibile”.

Guarda anche

Angiolo Mantovanelli, una mostra retrospettiva a L’Aquila

L’Aquila – Programmata per il 24 novembre coincidente con il Centenario della nascita a Trevenzuolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =