sabato , 18 Settembre 2021

Montesilvano, Consiglio Comunale: approvata la variazione di bilancio ma il M5S è critico

MONTESILVANO – Si è aperta con l’approvazione della variazione al Bilancio 2015/2017 la seduta odierna del Consiglio Comunale, con 14 voti favorevoli, due astenuti e 4 contrari. Approvati anche tre emendamenti e all’unanimità è stato approvato l’ordine del giorno straordinario per convocare un Consiglio Comunale insieme alla città diSpoltore, per opporsi alla fusione dei due comuni con Pescara. Asper le critiche sulla revisione approvata da parte del Movimento 5 Stelle.

 

«Il bilancio del Comune di Montesilvano presenta, come sappiamo, delle criticità che rendono la situazione generale finanziaria dell’Ente molto complessa – spiega l’assessore al Bilancio, Deborah Comardi, – pertanto l’assestamento del bilancio di esercizio è stato essenzialmente tecnico.

Dal lato delle entrate, rispetto alle previsioni delle imposte secondarie come gettito, è stata registrata, rispetto a quanto previsto nel bilancio approvato lo scorso 22 agosto, una variazione in diminuzione di circa 500.000 euro, inoltre sono stati stornati i proventi da permessi a costruire per circa 2,8 milioni di euro.
La diminuzione delle entrate è compensata con iscrizioni in bilancio di attività di recupero di imposte pregresse pari ad 1,4 milioni di euro e a fonti di finanziamento regionali ottenuti in seguito a progetti speciali».Il Consiglio ha anche approvato tre emendamenti. Il primo prevede lo spostamento di 150.000 euro per l’efficientamento energetico del complesso sportivo Trisi, il secondo relativo alla destinazione di 5.000 euro per la manutenzione delle scuole e il terzo che prevede lo stralcio dal Piano delle Opere Pubbliche della realizzazione della piscina comunale.L’assise ha inoltre licenziato con 11 voti a favore e 6 astenuti, l’inserimento di nuove aree nel piano per il dissesto idrogeologico di Montesilvano.
Il Consiglio ha quindi approvato con 16 voti favorevoli e 2 astenuti, il rafforzamento dell’Ufficio Unico per la Programmazione e la Progettazione, integrando così la Convenzione, già licenziata dal Consiglio nell’aprile 2015, sottoscritta dai Comuni di Montesilvano, Martinsicuro, Montorio al Vomano, Mosciano Sant’Angelo e Torricella Sicura, relativa all’adesione all’Ufficio Europa del Comune di Giulianova, struttura nata per intercettare i finanziamenti regionali, nazionali ed europei in ogni settore per favorire lo sviluppo locale.
Con il rafforzamento, dunque, viene disposto che per un giorno a settimana, un dipendente del Comune di Montesilvano verrà distaccato presso quello di Giulianova, per lavorare alla programmazione dell’Ufficio Unico.

L’ORDINE DEL GIORNO SULLA GRANDE PESCARA
I consiglieri di maggioranza e opposizione, all’unanimità dei presenti, hanno infine approvato un ordine del giorno straordinario, per convocare un Consiglio Comunale congiunto con Spoltore, per dire no alla proposta di fusione dei due comuni con Pescara, che verrà votata in Consiglio Regionale nel mese di gennaio. Il Consiglio congiunto potrebbe essere convocato per il prossimo 10 dicembre, e intanto il 4 dicembre, il sindaco Francesco Maragno parteciperà ad una riunione, convocata sull’argomento, dal Comune di Spoltore.

IL M5S : OGGI SI E’ APPROVATO UNA REVISIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE CHE DIMOSTRA TUTTA L’INCAPACITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE.
«Oggi, la maggioranza ha approvato una la revisione del bilancio di previsione piena di artifici contabili e tagli lineari che ci impone la conferma della bocciatura di questa Amministrazione, che avevamo già espresso attraverso valutazioni politiche ma anche osservazioni tecniche in occasione dell’approvazione del bilancio previsionale. Purtroppo a soli 3 mesi di distanza dall’approvazione del bilancio previsionale ciò che contestammo di quel documento, si è dimostrato tristemente profetico.»
Queste le parole della capogruppo del Movimento cinque stelle al comune di Montesilvano dopo la seduta odierna del consiglio comunale durante il quale si è provveduto ad approvare la revisione del bilanci previsionale 2015.

«Avevamo, pur apprezzandola, dichiarato che la tardiva azione di rivalsa nei confronti dei debitori degli oneri di Urbanizzazione non avrebbe potuto produrre 2,8 milioni di euro di entrate nell’anno di competenza del previsionale e che quindi, rappresentava l’ennesimo annuncio fasullo ed un mero artifizio contabile per far quadrare il pareggio del bilancio e rendere presentabile ciò che non lo era.
A distanza di 90 giorni, scopriamo che le ingiunzioni di pagamento non hanno sortito l’effetto sperato e che tutti i debitori hanno presentato ricorso.
Quindi, come avevamo previsto, nella revisione di bilancio si è dovuta cassare l’intera somma.»

Secondo il M5S la vicenda degli oneri di urbanizzazione non è altro che uno dei tanti esempi di cattiva gestione della cosa pubblica che ha responsabilità spalmate negli anni e da distribuire tra tutte le forze politiche che hanno governato nel tempo. I pentastellati si chiedono perché non si sia provveduto a tempo debito a far pagare il dovuto e sollecitano il primo cittadino ad impegnarsi nella ricerca delle eventuali responsabilità e, là dove si dovessero individuare mancanze o negligenze chiedono azioni concrete nei confronti dei responsabili.

Il M5S fa notare anche che tante sono le anomalie del documento appena approvato, per esempio, si evidenzia un incremento dei costi di illuminazione pubblica con un valore che passa da 900.000 euro a quasi 1,4 milioni di euro, oltre il 50% in più causato dal fatto che nell’anno si sono avuti 3 gestori: CPL, poi ENEL in regime di salvaguardia (quindi più costoso), infine GALA (tramite CONSIP).

I grillini chiedono:«Perché non si è evitato il costoso regime di salvaguardia, visto che era prevista e gestibile con largo anticipo la fine del contratto CPL?
Le tanto sbandierate opere di efficientamento energetico per ora sono solo teoria, con un costo previsto, non indifferente, di ben 65.000 €. Ed intanto registriamo anche maggiore spesa di 473.000 sulla variazione di bilancio.»

Il movimento 5 stelle cittadino annuncia anche di aver presentato un esposto per la vicenda dei debiti fuori bilancio molti dei quali causati dalla mancata costituzione in giudizio da parte del comune che ha prodotto condanne in contumacia.
Parte consistente di questi debiti è stata fatta slittare al prossimo esercizio cosa che causerà ulteriori oneri.

I Grillini concludono:«Anche in questo revisione di bilancio hanno nascosto la polvere sotto il tappeto. Una amministrazione priva di capacità di programmazione ha perseguito la cattiva pratica dei tagli lineari e degli aumenti sempre nei soliti posti, come per esempio i tagli alle attrezzature scolastiche e l’innalzamento delle sanzioni per violazioni al codice della strada.
Siamo ripetitivi ma purtroppo nulla cambia e nulla migliora.
Anzi, se possibile, esprimiamo un giudizio ancora più negativo dopo che le vicende delle ultime settimane hanno svelato in modo palese che solo il movimento 5 stelle è opposizione reale, scomoda ed alternativa, a questa maggioranza.
Le altre forze politiche di opposizione si sono dimostrate, anche oggi, talmente fluide da confondersi e fondersi troppo spesso con la maggioranza. Per quanto ci riguarda siamo ancora in attesa del colpo di reni promesso da questa amministrazione che invece semplicemente non fa nulla tranne lanciare proclami che vengono puntualmente disattesi.»

 

Guarda anche

Francavilla, elezioni amministrative: inaugurata la sede della Lega. Presentati anche i candidati

Francavilla al Mare. Nella mattinata di ieri la Lega di Francavilla al Mare ha inaugurato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + nove =