giovedì , 20 Gennaio 2022

Sequestro discarica: Milillo (nuovo Saline) “Ora sia la scienza a parlare …la politica accompagni …o si faccia da parte”

“Il giorno dopo il sequestro della discarica di Villa Carmine a Montesilvano per rilascio di percolato nel fiume Saline non lasciamoci far preda dei sensazionalismi isterici tanto cari a certe minoranze distruttive”. Così il Tecnico ambientale Gianluca Milillo, Presidente dell’Associazione Culturale Ambientale Nuovo Saline interviene nel dibattito che si è creato già da ieri, dopo la notizia del sequestro delle aree da parte della Capitaneria di Porto.

Milillo spiega applicando obiettività scientifica come in un organismo complesso quale l’ex discarica di Villa Carmine possono essere insorte variabili non prevedibili e non calcolabili, che magari non erano immaginabili dai piani e progetti di messa in sicurezza.
Il Presidente di Nuovo Saline interviene poi illustrando la situazione attuale in cui versa il fiume. Da tempo il corso d’acqua è campo di studi per il lavoro dell’Associazione e continua ad esserlo nonostante il divieto di un assessorato montesilvanese al passaggio lungo il Saline, ma le ricerche dell’associazione non si fermano come spiega Milillo, “siamo dovuti passare dalla sponda di Città Sant Angelo, e la situazione che si osserva si apre a diverse ipotesi sulle cause.
E’ obiettivamente presto per azzardare conclusioni o dispensare colpe. A noi non deve interessare “la politica”: dimettendo o elevando un politico non fermiamo il percolato –commenta il Presidente dell’Associazione Nuovo Saline– le forche giustizialiste lasciamole a chi non è in grado di trovare soluzioni”.

Ora commenta Milillo è il momento dei tecnici, non dei politici, per elaborare un piano di messa in sicurezza d’emergenza che non renda vana la successiva caratterizzazione a valle della discarica e che salvi la biodiversità superstite.

Il presidente Milillo esprime infine solidarietà umana al Commissario Orlando, “perché da uomo di scienza so che l’incidente è una drammatica realtà, e so con altrettanta certezza che domare un mostro come quella discarica, con i mezzi che aveva era una sfida impari…
Ora sia la scienza a parlare, a trovare soluzioni, a salvare il salvabile, e la politica accompagni questo processo…o si faccia da parte!”

Guarda anche

Riserva naturale regionale Sorgenti del Pescara: la SOA“ abusivi attracco e occupazione delle sponde area canoe”

Intervento del Genio Civile regionale dopo richiesta di accesso agli atti della Stazione Ornitologica Abruzzese.L’associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 10 =