giovedì , 29 Ottobre 2020

Il Pescara vince di nuovo a La Spezia, decide ancora Lapadula

Pescara. Quarto successo consecutivo del Pescara che, nonostante le 9 assenze, espugna La Spezia imponendosi 0-1 grazie ad un gol del solito Lapadula che arriva a quota 23 marcature.
Parte bene il Pescara che si rende pericoloso al 17’ con Lapadula che trova pronto Chichizola e al 22’ con un traversone di Verre che diventa un tiro e si stampa sulla traversa. Al 25’ Cappelluzzo non capitalizza al meglio una buona combinazione dei suoi. Al 34’ si fanno finalmente vivi i padroni di casa con una punizione dell’ex Calaiò che termina di un soffio sul fondo. Al 41’ Piccolo da ottima posizione conclude troppo debolmente, Fiorillo interviene senza affanni. Ma al 44’ è il Pescara a passare in vantaggio con Zampano che trova la testa di Lapadula che devia in rete.
Nella ripresa Spezia in avanti prima con Calaiò che manda a lato e poi con Sciaudone che trova pronto Fiorillo. Al 32’ liguri ancora pericolosi con un diagonale di Situm che trova poca fortuna. Al 38’ è lo stesso Situm ad andare alla conclusione, ma si oppone l’estremo biancazzurro. Al 46’ viene allontanato dalla panchina Di Carlo per proteste,

Tabellino
Spezia (4-3-3): Chichizola; De Col, Valentini, Terzi, Migliore; Pulzetti (32’st Ciurria), Errasti, Sciaudone; Piccolo (44’st Kvrzic), Calaiò, Catellani (17’st Situm). Allenatore: Domenico Di Carlo.

Pescara (4-3-1-2): Fiorillo; Vitturini, Fornasier, Mandragora, Zampano; Torreira (15’st Acosta), Verre, Bruno; Pasquato; Cappelluzzo (24’st Selasi), Lapadula. Allenatore: Massimo Oddo
Arbitro: sig. Di Paolo di Avezzano
Marcatori: 44’pt Lapadula (P)
Ammoniti: Errasti, Sciaudone (S), Torreira, Lapadula (P)
Note: al 30’st allontanato dalla panchina biancazzurra il presidente Sebastiani, per proteste; al 46’st, espulso per proteste il tecnico ligure Di Carlo

Guarda anche

Pescara sconfitto ancora, all’Adriatico passa il Frosinone 0-2

Pescara. Quarta sconfitta consecutiva per il Pescara che all’Adriatico cede 0-2 con il Frosinone. Decidono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =