sabato , 4 luglio 2020
Home » Sport » Calcio a 5, il Montesilvano domina contro il Cus Ancona: finisce 7-2

Calcio a 5, il Montesilvano domina contro il Cus Ancona: finisce 7-2

Montesilvano. Ci si aspettava una gara difficile e combattuta contro un avversario a pari punti in classifica. Ed invece è stato più facile del previsto per un Montesilvano in grande spolvero, che ha sfoderato un’ottima prestazione battendo nettamente per 7-2 il Cus Ancona. Pronti via e subito due gol, dei soliti Júnior (1.04 sul cronometro) e Morgado (2.15). Concluso il primo tempo sul 2-0, ma solo per l’imprecisione sotto porta dei biancazzurri, che hanno sprecato molte occasioni, il Montesilvano ha di fatto chiuso la partita segnando, ancora una volta, due gol nei primi due minuti della seconda frazione, con i soliti autori: Morgado dopo un minuto e 26 secondi, seguito da Júnior 14 secondi dopo (1.40). Da lì partita in controllo, con gli avversari che hanno segnato le loro due reti, a firma di Pellegrino e Latini, quando già si era sul 5-0. Alla fine, il tabellino segna una tripletta a testa per i due senatori brasiliani, con il settimo gol firmato dal giovane Manuel Comignani. Il Montesilvano sale così a 12 punti in classifica, e mister Marzuoli non può che essere soddisfatto:
“Avevo chiesto ai ragazzi di ripartire dalla prestazione di Cesena, la nostra miglior partita finora, e devo dire che sono contento, perché abbiamo giocato la partita che volevamo. L’abbiamo sempre gestita, sin dall’inizio con quei due gol rapidi, e sono soddisfatto per l’apporto che hanno saputo dare tutti. Non abbiamo neanche sofferto troppo la fatica, perché molti dei nostri ragazzi erano alla loro terza partita in quattro giorni: sabato a Cesena, domenica partita dura contro il Pescara under 21, ieri allenamento e oggi nuovamente in campo. È un nostro cruccio, speriamo di non pagare dazio nel corso della stagione ma sappiamo che stiamo chiedendo molto a questi ragazzi. Voglio dare merito soprattutto ai due più giovani, Antonio Masi, che è un classe 97, e Manuel Comignani, che è un classe 98, che dall’inizio dell’anno si allenano con i compagni e stanno crescendo molto: oggi hanno avuto la possibilità di giocare di più e l’hanno sfruttata al meglio, e non mi riferisco solo al gol di Comignani, ma in generale alla loro prestazione. Poi fortunatamente abbiamo anche Júnior e Morgado, le nostre icone. E ce li teniamo stretti”.

Guarda anche

Ripa Teatina, tutto pronto per la XVI edizione del Premio Rocky Marciano

Ripa Teatina. Un’edizione particolare, ma non per questo meno bella e importante. L’Organizzazione del Festival …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =