venerdì , 22 Ottobre 2021

Michele Emiliano a Francavilla conclude la sua giornata abruzzese VIDEO

Emiliano nella mattinata di ieri è stato a Pescara dove in piazza Salotto è stato presentato il Comitato abruzzese che lo sostiene, mentre nel tardo pomeriggio a Francavilla al Mare ha tenuto un incontro pubblico al margine del quale ha motivato così la sua candidatura: “Il proposito è soprattutto quello di sovvertire l’attuale nulla lucente, come lo abbiamo definito, vogliamo tornare ad essere un partito del ‘noi’, il partito dei lavoratori, della scuola pubblica, vogliamo essere il partito dell’ambiente, vogliamo interrompere questo strano sortilegio per il quale il più grande partito della sinistra italiana migliori i rapporti con i potenti, i banchieri di questo Paese e finisce per ignorare la povera gente che non sono solo i disoccupati ed i clochard, ma anche imprenditori, i piccoli e medi artigiani, i commercialisti, i segretari comunali, i vigili del fuoco avventisti. Insomma tutte quelle categorie che sono state ignorate e trascurate e ridotte all’impotenza.
Non può essere una Repubblica come la nostra, che ha una meravigliosa Costituzione che siamo stati in grado di difendere lo scorso 4 dicembre in maniera esemplare, non può essere che un partito chiamato Democratico gestisca il potere in maniera personale e si limiti a distribuirlo tra gli amici, ignorando le necessità di coloro che hanno meriti, esigenze, bisogni che un vero partito della sinistra dovrebbe saper accogliere e soddisfare”.

Michele Emiliano è tornato per l’ennesima volta che torna a Francavilla dove consolida il suo ottimo rapporto con il sindaco Antonio Luciani, sul quale ha detto: “È un galantuomo, è una di quelle persone che non si è tirato indietro, ci ha messo la faccia, è uno che sa di avere a che fare, almeno con me, con una persona altrettanto leale che non cambia idea, che non lascia gli amici al momento del bisogno e che soprattutto ama l’Abruzzo perché io in questa regione sono venuto tantissime volte, anche quando il centrosinistra purtroppo perdeva le elezioni, era coinvolto talvolta in storie complesse, complicate e ciononostante io sono sempre stato qui prima da sindaco di Bari e poi da segretario regionale del Partito Democratico della Puglia e sono sempre stato al fianco del Pd dell’Abruzzo, quindi è assolutamente naturale per me essere qui nel momento in cui vivo l’emozione di candidarmi alla Segreteria nazionale del Partito”.

Guarda anche

Ballottaggi: Licheri (SI) “unità e profilo progressista di alternativa al centro destra, per tornare ad essere maggioranza”

Pescara -“I ballottaggi di oggi ci consegnano una grande responsabilità: serve immediatamente accelerare sulla costruzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − cinque =