sabato , 8 Maggio 2021

SPOLTORE RICORDA ALDO MORO

 Tra le ultime parole del leader della Dc, l’atto d’accusa all’establishment politico dell’epoca: “Naturalmente non posso non sottolineare la cattiveria di tutti i democristiani che mi hanno voluto nolente ad una carica, che, se necessaria al Partito, doveva essermi salvata accettando anche lo scambio dei prigionieri. Son convinto che sarebbe stata la cosa più saggia. Resta, pur in questo momento supremo, la mia profonda amarezza personale. Non si è trovato nessuno che si dissociasse? Bisognerebbe dire a Giovanni (Moro si riferiva al presidente della repubblica Leone n.d.r.) che significa attività politica. Nessuno si è pentito di avermi spinto a questo passo che io chiaramente non volevo? E Zaccagnini? Come può rimanere tranquillo al suo posto? E Cossiga che non ha saputo immaginare nessuna difesa? Il mio sangue ricadrà su di loro”.

Rullo, la docente che segue il progetto Biblioteca Spoltore, ha spiegato l’obiettivo della sua attività: “la nostra mission è far riscoprire ai più adulti il fascino, il profumo della carta stampata. E’ questo il nostro punto di partenza per creare una sinergia positiva tra la cittadinanza e la biblioteca”.

Guarda anche

Francavilla, Abruzzo in Miniatura: ‘restart’ con nuove opere

Il Parco Museale riapre le porte con svariate iniziative Francavilla al Mare. Dopo lo stand-by …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =