domenica , 19 novembre 2017
Home » Sport » Vittoria con il Real Colombo e secondo posto in classifica per il Chieti Calcio Femminile

Vittoria con il Real Colombo e secondo posto in classifica per il Chieti Calcio Femminile

Chieti. Una bella vittoria per il Chieti Calcio Femminile contro il fanalino di coda del campionato Real Colombo: all’Angelini finisce 4-0, un risultato che permette alle neroverdi di portarsi al secondo posto in classifica a dieci punti, a cinque dalla capolista Roma. Sugli scudi le sorelle Di Camillo (due reti per il capitano Giada e un assist ed un gol per Giulia). Ottimo l’esordio per l’islandese Antonsdottir e convincente prestazione di Gangemi sempre più in crescita.

La squadra di mister Lello Di Camillo continua dunque a sorprendere e a smentire anche i più scettici: la realtà al momento parla di un autentico miracolo sportivo di una compagine piena di ragazzine e alcune giocatrici di esperienza, un riuscito mix che sta dando grandi frutti grazie al buon lavoro svolto finora dallo staff tecnico e dalla società. Formazione obbligata per il Chieti viste alcune pesanti assenze (Vukcevic e Ferrazza su tutte), prima in maglia neroverde, come detto, per l’islandese Kristrun Antonsdottir.

Arrembante inizio di partita per il Chieti che trova subito il gol al 2′: Giulia Di Camillo mette al centro un pallone, la difesa della Real Colombo respinge, ma è lestissima Antonsdottir a festeggiare il suo esordio con un gran gol. Il Chieti continua a pressare e schiaccia le avversarie nella loro metà campo. Doppia occasione al 5′: prima un palo in mischia colpito da Gangemi poi l’azione continua ed è Giulia Di Camillo a colpire in pieno la traversa. All’11′ dubbio episodio in area ospite con un difensore che sembra toccare con un braccio, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 13′ è Pica a mettere a lato di un soffio dal vertice dell’area. È di nuovo Antonsdottir a rendersi pericolosa al 17′, ma la sua conclusione finisce alta. Al 35′ sempre Antonsdottir è fermata sul filo del fuorigioco del direttore di gara. Il primo tempo si conclude con il Chieti in vantaggio per 1-0.

Al 2′ della ripresa Pica dialoga alla grande con Giulia Di Camillo, tiro vincente di quest’ultima sull’uscita di Venditti che riesce solo a sfiorare il pallone ma non trattiene: 2-0. Al 4′ è Perna a sfiorare la rete, ma stavolta è pronta Venditti alla deviazione in angolo. All’11′ palla che filtra per Antonsdottir che si ritrova a tu per tu con Venditti che è brava a bloccare il pallone. Al 12′ viene espulsa Olianas per un brutto fallo a centrocampo su Giulia Di Camillo. Terza rete del Chieti con Giada Di Camillo che corregge a rete dopo un palo colpito da un’imprendibile Antonsdottir al 23′. Al 29′ il Real Colombo si affaccia in avanti, ma Balbi para bene a terra sulla conclusione della neo entrata Novaldi. Al 38′ una bella conclusione di Perna finisce alta di poco. Su angolo di Giulia Di Camillo, il capitano Giada Di Camillo di testa mette la palla in rete firmando la doppietta personale al 43′. Finisce 4-0 con il Chieti che festeggia il meritato successo sotto la tribuna: i tifosi sognano.
Domenica prossima le neroverdi sono attese dall’impegnativa trasferta di Napoli.

TABELLINO DELLA GARA:
CHIETI CALCIO FEMMINILE – REAL COLOMBO 4-0
Chieti: Balbi, Di Camillo Giada, Benedetti (31′ st Falcocchia), Di Camillo Giulia, Giuliani (10′ st Coscia), Gangemi, Carmosino, La Mattina, Perna, Antonsdottir, Pica. All.: Lello Di Camillo
Real Colombo: Venditti, Fatati, Di Cerbo, Rossi, Sacchetti, Amato, Olianas, Boldorini, Ngo Noug (27′ st Novaldi), Simonini, Cavagna. A disp.: Di Rosa, Melis, Catena, La Schiazza, Caputo, Djokouo All.: Artistico Edoardo
Arbitro: Palumbo di Bari
Assistenti: Coccagna di Teramo e Nicolini di Teramo
Marcatrici: 2′ pt Antonsdottir, 2′ st Di Camillo Giulia, 23′ e 43′ st Di Camillo Giada
Ammonita: Cavagna (Rc).
Espulsa: Olianas (Rc)

Le impressioni post partita del Capitano del Chieti Giada Di Camillo: “Una doppietta importante e per me inaspettata: mi fa molto piacere perché ha aiutato la squadra a raggiungere la vittoria. La nostra prestazione non è stata brillante nel primo tempo, nel secondo siamo cresciute. Contava fare risultato e ci siamo riuscite. Siamo ora seconde in classifica ed è molto bello. Tornando indietro nel tempo alla scorsa estate, dissi che non sapevo quali sarebbero potuti essere i nostri obiettivi visto che eravamo una squadra in costruzione, non c’era allora né una forma né un’identità. Ciò che stiamo facendo in questo momento è sicuramente qualcosa di grande e di imprevedibile: alcune giocatrici si stanno confermando come mi aspettavo, le ragazzine si stanno amalgamando bene. Stiamo facendo bene e ci stiamo prendendo gusto, speriamo di fare sempre meglio. Kris aveva una grandissima voglia di scendere in campo, ha messo da parte la forte emozione dell’esordio dando subito spazio ai fatti, ha corso tanto aiutando la squadra, è stata molto concreta, è entrata in tante azioni facendo il lavoro sporco, è molto grintosa: a questa squadra lei serve, ha rispettato le aspettative, per me lei è un tassello che ci mancava. Siamo rimaste in poche dello scorso anno, poi c’è stato il ritorno di Vukcevic, sono arrivate Ferrazza e tante ragazzine: per questo non avevamo obiettivi precisi ad inizio stagione pur sapendo di dover almeno raggiungere il terzo posto per mantenere la categoria. Adesso a maggior ragione possiamo crederci anche se ci sono Roma e Napoli che hanno maggiore esperienza. È bello vedere che cresciamo tutte insieme: le ragazzine seguono noi più esperte e gli insegnamenti del mister, ascoltano i nostri consigli e questo è importante. Una dedica per la doppietta? Alle giocatrici che sono fuori in questo momento, a Laine che non vedo l’ora possa giocare, poi a me che faccio tanti sacrifici e alla mia famiglia”.

Guarda anche

Il Pescara supera 3-1 la Pro Vercelli

Pescara. Torna al successo il Pescara che all’Adriatico supera la Pro Vercelli 3-1 grazie ad una doppietta di Pettinari e ad un gol di Capone, per i piemontesi il gol della bandiera è stato siglato da Morra, entrato qualche minuto prima. Successo nel complesso meritato con i biancazzurri che hanno creato gioco e diverse occasioni concedendo solo alcuni break agli avversari. Affermazione importante che serve al Delfino per respirare in classifica. È la prima volta in stagione che gli adriatici guadagnano i tre punti senza di fatto soffrire. Zeman ha dovuto rinunciare ancora una volta a Bovo, Campagnaro, Balzano, Proietti e Selasi, sono invece rientrati Coda, Benali e Capone. Invece Grassadonia ha dovuto fare a meno di Vives e Mammarella, entrambi squalificati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =