sabato , 17 novembre 2018
Home » Sport » Pari e patta tra Francavilla e Campobasso. Milizia 300 volte giallorosso VIDEO

Pari e patta tra Francavilla e Campobasso. Milizia 300 volte giallorosso VIDEO

Francavilla al Mare. Nell’anticipo di serie D, girone F, al Valle Anzuca Francavilla e Campobasso impattano 1-1 con le reti che sono state siglate entrambe nella prima frazione di gioco: a metà tempo Del Duca porta in vantaggio i molisani e in pieno recupero Yussif agguanta il pari per il giallorossi.
Risultato sostanzialmente giusto con le due squadre che nel complesso si sono equivalse, anche se nel primo tempo il Campobasso, dopo un buon inizio del Francavilla, è sembrato più in palla, mentre nella ripresa si è visto poco gioco e le occasioni si sono potute contare sul palmo di una mano.
Prima del fischio d’inizio è stato premiato Matteo Milizia che ha raggiunto le 300 presenze in giallorosso ed è stato osservato 1’ di raccoglimento per la scomparsa di Azeglio Vicini. Buona cornice di pubblico con una discreta rappresentanza ospite.

La cronaca
Al 6’ Francavilla pericoloso con Fofanà che approfitta di una serie di rimpalli favorevoli e a tu per con Landi s i fa ribattere la conclusione. All’11’ sugli sviluppi di una punizione battuta da Spacca sulla propria trequarti Molenda con un rasoterra chiude troppo l’angolo e manda sul fondo. Al 14’ proteste dei molisani per un presunto schiaffo di Sembroni a Kargbo (che successivamente abbandonerà il campo per infortunio) a palla lontana, nella concitazione vengono ammoniti lo stesso numero 3 giallorosso e Del Duca e viene espulso Minadeo ospite dalla panchina. Al 19’ un rasoterra dal limite di Varsi termina a lato. Al 22’ Varsi dal vertice destro dell’area impegna Spacca che ribatte in angolo. Sugli sviluppi del corner battuto da Gerardi, Del Duca di testa insacca e porta in vantaggio i suoi. Al 27’ Milizia dalla sinistra per la testa di Romeo, su di lui è attento Landi. Al 29’ sugli sviluppi di un fallo laterale Varsi dalla distanza manda alto. Al 31’ su un traversone di Del Prete lo stesso numero 10 rossoblù di testa manda di un soffio sopra la traversa. Al 35’ angolo di Palumbdo dalla destra, Di Cecco di testa manda di poco sopra l’incrocio. Al 38’ Varsi con un pallonetto supera Spacca, Di Pietrantnio sulla linea di porta spazza. Al 45’ cross di Palumbo dalla destra, Di Cecco di testa manda sul fondo. È il preludio al pareggio dei giallorossi che arriva al 48’ sugli sviluppi di un angolo calciato dallo stesso Palumbo che trova la testa di Yussif che insacca.
Ad inizio ripresa su un colpo di testa in area di Varsi sbroglia la retroguardia adriatica. Al 20’ il Campobasso reclama un penalty per una presunta entrata irregolare in area di Spacca su Balestreri. Al 26’ velenosa punizione di Palumbo che attraversa tutta l’area senza trovare giocatori in maglia giallorossa pronti per la deviazione vincente. al 36’ Gerardi approfitta di un errore difensivo dei padroni di casa, la sua conclusione va sull’esterno della rete. Al 40’ il neo entrato Zerbo raccoglie un lancio lungo, la sua conclusione ad incrociare va fuori. Al 47’ sugli sviluppi di un corner Campobasso pericoloso, risolve la retroguardia di casa.

I commenti a caldo
Pierluigi Iervese (allenatore Francavilla): “Il valore dell’avversario lo conoscevamo e sapevamo del valore sia sotto il profilo individuale che collettivo. Però io penso che la mia squadra nel primo tempo abbia fatto una buona partita, abbiamo preso un gol su un calcio piazzato, però non abbiamo perso l’equilibrio, siamo stati sempre sul campo, abbiamo cercato sempre di fare la partita, poi abbiamo raggiunto il pareggio. Secondo me è stato un buonissimo primo tempo, nel secondo tempo per me siamo un po’ scesi, ma anche loro perché ci hanno messi in difficoltà soprattutto nei calci piazzati, sia sul gol che nelle altri occasioni tra cui quella all’ultimo minuto, ma ci sta perché si sapeva che era una partita difficile, la volevamo vincere ed è venuto fuori un pareggio dove forse siamo stati meglio noi nel primo tempo e meglio loro nel secondo, mi sembra un pareggio abbastanza giusto. Noi dobbiamo continuare a fare bene quello che stiamo facendo, mi piacerebbe che la squadra avesse un po’ di coraggio in più, il problema è che ogni volta che vai sotto non è facile riportare il risultato in parità, una volta che lo abbiamo fatto mi aspettavo un secondo tempo un po’ più agguerrito, però probabilmente ci siamo resi conto sia noi che loro di non avere più la forza per attaccare. Però ripeto, una partita molto difficile contro una squadra molto forte e dà valore ai miei ragazzi perché hanno dimostrato sul campo che possiamo lottare anche noi tranquillamente per i play off, su questa cosa non ci vogliamo nascondere, è un obiettivo nostro, lo vogliamo raggiungere. Dobbiamo continuare così, crescendo, e sicuramente riusciremo a fare sempre meglio. Le 300 presenze di Milizia? Sono contentissimo per Matteo, è un ragazzo magnifico, molto serio, si è messo a disposizione anche quest’anno molto bene, sono contento per lui, è un giusto premio per un ragazzo che ha dato tantissimo a questa maglia. Per quanto riguarda la convocazione in azzurro di Yussif non posso che essere contento, è un ragazzo che è arrivato quest’anno, faceva un po’ fatica, adesso sta migliorando settimana dopo settimana e secondo me è il giusto premio per il ragazzo, per l’impegno che sta mettendo in allenamento e non solo”.
Matteo Milizia (centrocampista Francavilla): “Le 300 presenze credo che siano una grandissima soddisfazione a livello personale e a livello societario, è bello e penso ad essere l’unico ad avere queste presenze. Mi fa onore, mi dà più forza per andare avanti, più stimoli e speriamo di arrivare a fine campionato con altri obiettivi. Mi stro creando lo spazio, creo che siamo forti, una grande squadra, cerchiamo di fare partita per partita per poi arrivare a fine campionato per poi giocarci un qualcosa di importante. Oggi penso che il pareggio sia il risultato più giusto, alla fine entrambe le squadre hanno avuto diverse occasioni da gol, è stata una partita molto tattica, giocata bene da entrambe le squadre, è stata una partita sbloccata su palla inattiva e noi l’abbiamo recuperata su un’altra palla inattiva. È un risultato che ci può stare anche perché abbiamo giocato contro una squadra importante”.

 

Tabellino
Francavilla: Spacca, Sembroni, Palumbo (38’ st Zerbo), Milizia (30’ st Di Pentima), Fofanà, Molenda (42’ st Di Pinto), Mele, Di Cecco, Yussif, Di Pietrantonio (30’ st Di Renzo), Romeo A disposizione: Fargione, Silvestri, Bamegas, Sonnini, Velardi Allenatore: Iervese
Campobasso: Landi, Capozzi, Elefante, Danucci, Benvenga, Del Duca, Del Prete (14’ st Salim Ribeiro), Gerardi, Balestreri, Varsi, Kargbo (21’ st Makaya) A disposizione: Riccio, Bisceglie, Bolzan, Gomes Ferriera, Strianese, Amabile, Marzano Allenatore: Foglia Manzillo
Arbitro: Vergaro (sezione di Bari)
Assistenti: Fumarolo (sezione di Barletta) e Balestrucci (sezione di Barletta)
Marcatori: 23’ pt Del Duca, 48’ pt Yussif
Ammoniti: Semproni, Mele (F) Del Duca, Del Prete, Capozzi (C)
Espulsi: Marino (direttore sportivo Francavilla) Minadeo (dirigente Campobasso dalla panchina)
Note: recupero 4’ pt 5’ st, angoli 5-2 per il Francavilla

Guarda anche

Psr, Febbo: ‘L’Abruzzo penultimo in Italia nella spesa dei fondi’ VIDEO

Chieti. Il consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo, in conferenza stampa ha denunciato che la Regione dovrà restituire una valanga di milioni di euro del Programma di Sviluppo Rurale (Psr) che non saranno spesi entro il 31 dicembre di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =